menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, dal 21 agosto lo sconto del 30% per le multe pagate in 5 giorni

Il pagamento ribassato è ammesso per tutte le violazioni al Codice della strada, anche quelle commesse in orario notturno, tranne quando prevista la sospensione della patente o la confisca del veicolo

Entra in vigore domani, mercoledì 21 agosto, lo "sconto” del 30 percento sulle multe pagate entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale, previsto dal Decreto "Del fare". La norma, approvata lo scorso 9 agosto e pubblicata oggi sulla Gazzetta ufficiale, prevede una riformulazione dell’articolo 202 del Codice della strada. Il pagamento ribassato è ammesso per tutte le violazioni al Codice della strada, anche quelle commesse in orario notturno (perciò maggiorate di un terzo rispetto alle altre), tranne quando prevista la sospensione della patente o la confisca del veicolo. Si tratta perciò della maggior parte delle violazioni stradali, ad eccezione di quelle più gravi come ad esempio la guida in stato di ebbrezza con alcolemia superiore a 0,5, l’eccesso di velocità oltre i 40 chilometri orari, i sorpassi pericolosi come quelli effettuati in curva, agli incroci, di veicoli fermi all’attraversamento pedonale o in lento movimento.

REGOLE - Il pagamento scontato del 30 percento è ammesso solo entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notifica della violazione, perciò rispettivamente dal momento in cui il trasgressore viene fermato da una pattuglia oppure da quando riceve la notifica del verbale a casa. Considerato lo spirito della norma e l’intenzione di agevolare i cittadini con un’applicazione loro favorevole, la Polizia municipale di Verona ammette il pagamento agevolato anche nei cinque giorni successivi alla data di accertamento della violazione al divieto di sosta mediante il preavviso giallo lasciato sui veicoli dagli accertatori o dagli agenti. Trascorsi i cinque giorni saranno attivate le procedure di individuazione del proprietario del veicolo per la notifica della violazione, che comprenderà anche le relative spese. Da ricordare che lo “sconto” del 30 percento si applica alla sola sanzione (non perciò anche alle spese) e porterebbe le violazioni più comuni come il divieto di sosta, Vrpark o zona rimozione da 41 euro a 28,70, il divieto sosta su marciapiede, nello spazio riservato agli invalidi o vicino incrocio da 84 euro a 58,80, l’uso del telefonino senza auricolare da 160 euro a 112, il mancato uso di cinture e seggiolino da 80 euro a 56, il passaggio con semaforo rosso da 162 a 113,40 euro e il transito irregolare in Ztl o su corsie bus da 80 a 56 euro.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento