Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Chievo / Piazza Chievo

Verona, scomparso da mesi dalla città, ritrovano il suo cadavere sul fondale del Biffis a Bussolengo

Mercoledì mattina, in località Chievo, i tecnici della centrale idroelettrica del canale hanno svolto una serie di operazioni mediante le quali è stato aumentato e diminuito il livello dell'acqua, finchè il cadavere non si è disincagliato

Lo hanno ritrovato incagliato al fondale del canale Biffis, vicino alla centrale idroelettrica, teatro tristemente famigerato, purtroppo, per il ripescaggio di diverse persone. I carabinieri della stazione di Bussolengo hanno rinvenuto il cadavere di un operaio veronese di 45 anni e residente a Bussolengo, scomparso due mesi fa a Verona.

Mercoledì mattina, verso le 11, in località Chievo, i tecnici della centrale idroelettrica del canale Biffis hanno svolto una serie di operazioni  mediante le quali è stato aumentato e diminuito il livello dell’acqua, finchè il cadavere non si è disincagliato dal fondo giungendo fino alle griglie dov’è stato recuperato dai militari. Il corpo è stato rinvenuto a conclusione di prolungate ricerche, svolte anche con l’ausilio dei vigili del fuoco di Verona e dell'elicottero dei carabinieri di Bolzano, e concentrate lungo il Biffis dove i militari di Bussolengo avevano rilevato le ultime tracce dello scomparso. La salma è stata trasportata all’istituto di Medicina legale dell’ospedale Borgo Roma di Verona, dove verrà data conferma all’ipotesi del suicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, scomparso da mesi dalla città, ritrovano il suo cadavere sul fondale del Biffis a Bussolengo

VeronaSera è in caricamento