menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, sciopero Legge di Stabilità il 14 novembre: disagi in uffici, scuole e trasporti

Per le prime 4 ore di lavoro di ogni turno e per la prima ora di lezione per il personale docente di scuole e asili e per i trasporti Atv. Acque Veronesi avverte di disservizi possibli anche in provincia

Tra domani, giovedì 14 novembre, e venerdì 15 novembre i sindacati riuniti Cgil-Cisl-Uil hanno indetto uno sciopero generale nel Veneto. In particolare la mobilitazione, nell’ambito dell’iniziativa nazionale per cambiare radicalmente la Legge di Stabilità, riguarderà il 14 novembre le province di Belluno, Treviso e Verona ed il 15 novembre tutte le altre. L’astensione dal lavoro è di 4 ore per tutti i settori, eccettuate le scuole dove non si terrà la prima ora di lezione. Circoleranno i treni, mentre il trasporto pubblico locale seguirà modalità differenziate provincia per provincia. Manifestazioni a carattere provinciale si terranno nelle città capoluogo, tranne Treviso dove Cgil Cisl Uil hanno deciso di dar luogo a 5 presidi territoriali. La manifestazione è prevista in piazza Bra dalle 9 alle 10e30.

"In occasione dello sciopero proclamato dalle segreterie Cgil, Cisl e Uil per le prime 4 ore di lavoro di ogni turno e per la prima ora di lezione per il personale docente delle scuole materne, delle altre scuole gestite dagli enti locali e del personale educativo degli asili nido, giovedì 14 novembre non sarà garantita la completa funzionalità dei servizi". E' l'annuncio del Comune di Verona, sulle manifestazioni contro la Legge di Stabilità. Docenti e studenti scenderanno in piazza in due momenti distinti: giovedì le segreterie Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola hanno proclamato lo sciopero della prima ora di lezione. Alle 9 la mobilitazione prenderà la strada di piazza Bra e del municipio. Al centro del dibattito il blocco del contratto e degli scatti di anzianità del personale docente. Venerdì saranno invece i ragazzi a scendere nelle strade per dire la loro. La Rete degli Stduenti Medi e l'Unione degli universitari parteciperà alla Giornata mondiale per il diritto allo studio. Prevista un'assemblea pubblica, alle 15, tra piazza Bra e via Roma.

ATV - Per giovedì anche Atv non sarà in grado di garantire in modo completo il servizio in alcune fasce orarie: il servizio urbano di Verona (compresi i prolungamenti extraurbani delle linee urbane) dalle ore 17 alle ore 21; il servizio extraurbano (compresa la linea 510) dalle 16e45 alle 20e45. Il servizio sarà effettuato regolarmente nella altre fascie orarie della giornata. Sono inoltre garantiti nella loro completezza il servizio disabili, la navetta aeroporto Catullo-stazione Fs di Verona Porta Nuova, i servizi conto terzi e la navetta Spiazzi-santuario Madonna della Corona.

I disagi si ripercuoteranno anche nelle sedi di Acque Veronesi. Saranno possibili disservizi per gli utenti: tali situazioni potrebbero verificarsi anche negli sportelli aperti al pubblico nelle sedi di Bovolone, Bussolengo, Legnago, Nogara, San Bonifacio, Tregnago, Villafranca e negli sportelli di cortesia a Colognola ai Colli, Pescantina e San Giovanni Lupatoto. Per quanto concerne la sede di Verona, sita in lungadige Galtarossa 8, tra le ore 7.45 e le 13, saranno garantite agli utenti solamente richieste di informazioni, operazioni di voltura, subentro e chiusura del servizio. L’azienda assicura comunque lo svolgimento di interventi urgenti.

Possibili disagi anche negli ospedali dell'Ulss 21 di Legnago: il personale medico, sanitario e i vari professionisti potranno astenersi dal lavoro. Non ci sono cifre sicure sull'adesione ma il diretore generale ha assicurato che in tutti i settori saranno garantiti i servizi minimi essenziali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento