menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, scantinati stipati, migliaia di ricambi e moto in mostra ma l'officina è totalmente illegale

Gran numero di motocicli e ciclomotori parcheggiati e un'attrezzatissima rimessa per la riparazione e lo smontaggio dei veicoli più un'area espositiva: sequestrati 600 metri quadri in Borgo Venezia

Alcuni scantinati stipati all’inverosimile di motocicli e ciclomotori, migliaia di componenti meccaniche, carene, telai e componentistica di motoveicoli di vario genere, un’attrezzatissima officina per la riparazione e lo smontaggio dei veicoli, un’area espositiva con decine di motoveicoli in vendita. Questo il quadro che è apparso mercoledì corso agli agenti della polizia stradale di Verona durante un servizio finalizzato al contrasto dell’abusivismo nell’ambito della riparazione dei veicoli. Il blitz è scattato negli scantinati di proprietà della ditta "Zaccani Sas" in via Berbera 19 all’interno di un edificio situato nel centro del quartiere di Borgo Venezia, in prossimità del distretto sanitario.

Dalle verifiche è emerso che la ditta, pur operando da anni come attività di agenzia d’affari nel commercio di veicoli usati, attività di riparazione e demolizione di motocicli e ciclomotori, era priva dell’autorizzazione prevista dal Testo unico delle leggi di Pubblica sicurezza, dell’autorizzazione provinciale per l’esercizio dell’attività di demolizione e non aveva mai comunicato alla Camera di Commercio l’inizio dell’attività di riparazione.

Il tutto gestito senza osservare le minime regole di sicurezza anche in considerazione del fatto che nello stesso edificio si trova una grande palestra con notevole afflusso di clienti, stipando centinaia di veicoli all’interno di locali angusti e poco areati, completamente privi di sistemi antincendio e in buona parte irraggiungibili.

Il controllo si inserisce nell’attività di contrasto dell’abusivismo nell’ambito del settore delle riparazioni di veicoli che la Polizia Stradale di Verona da tempo ha posto in essere al fine di tutelare gli operatori del settore che lavorano regolarmente. La polizia stradale ha sottoposto a sequestro penale ed amministrativo, convalidati, i 600 metri quadrati di officina come previsto dal Testo unico ambientale, dalle disposizioni in materia di sicurezza della circolazione stradale e dalla disciplina delle attività di autoriparazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento