Cronaca Navigatori / Via Alvise da Mosto

Verona, saracinesca divelta e razzia nella notte: le bici prendono "il volo". Bottino di 50mila euro

Bici da corsa e mountain bike di pregio si sono volatilizzate per l'azione di alcuni ladri con un furgone stipato all’inverosimile. Nel negozio di Saval non è scattato l’allarme e l’amara sorpresa è avvenuta al mattino

Come al solito, purtroppo, hanno preso di mira ciò che sapevano essere più prezioso e ricercato. Venti biciclette sono scomparse dopo la razzia al “Bike store” di via Da Mosto a Verona. Ladri in azione nel corso della notte tra lunedì e martedì, per un colpo che ha fruttato almeno 50mila euro. Bici da corsa e mountain bike di pregio si sono volatilizzate, scomparse sul retro di un furgone stipato all’inverosimile. Nel negozio specializzato di Saval non è scattato l’allarme e l’amara sorpresa si è stagliata davanti al proprietario, Luca Poltronieri, solo alla mattina, idrante l’apertura quotidiana. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, alcuni furfanti, almeno tre per la mole di materiale, si sono introdotti dopo aver scassinato la saracinesca. Una volta all’interno avrebbero fatto man bassa dei modelli più preziosi. Quest’ultimi sarebbero tuttavia riconoscibili attraverso la “punzonatura”, sistema per la verifica dei telai e dell’autenticità. Per questo si sospetta, da tempo, che le bici prenderanno la via dell’estero se gli investigatori non riescono a risolvere il caso in tempo.

E’ l’ennesimo colpo ai danni di un negozio di bici e ancora una volta il bottino è stato ingente. Nella zona di Costermano e di Sant'Ambrogio di Valpolicella analoghi colpi hanno messo letteralmente in ginocchio le attività di vendita e assistenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, saracinesca divelta e razzia nella notte: le bici prendono "il volo". Bottino di 50mila euro

VeronaSera è in caricamento