Si scende in piazza a San Michele contro la realizzazione del cimitero verticale

Circa 200 persone si sono trovate in piazza del Popolo per far sentire la propria voce sulla costruzione dell'opera ribattezzata la "torre dei morti" e del centro commerciale in località Cercola

Circa 200 abitanti del quartiere di San Michele Extra, armati di cartelli e slogan, sono scesi in piazza del Popolo ieri mattina per protestare contro la realizzazione dell'ormai famoso cimitero verticale. "Il territorio ha già dato tanto, troppo, basta con la cementificazione e gli insediamenti in una zona che deve essere salvaguardata e mantenuta a verde pubblico. No alla torre dei morti a Fondo Frugose", hanno dichiarato i manifestanti al quotidiano L'Arena. 

La protesta non riguardava solamente quella che è stata ribatezzata "la torre dei morti" ma anche l'altro progetto comunale che vorrebbe la costruzione di un centro commerciale in località Cercola. Secondo gli abitanti questo sarebbe il colpo di grazia definitivo alle botteghe del paese e viene chiesto quindi a Flavio Tosi il ritiro della delibera e il ritorno dell'area in zona agricola. Nel corteo erano presenti diverse famiglie e anche persone non residenti nel quartiere, a testimonianza di come queste cause abbiano trovato l'appoggio e la solidarietà anche di chi non è toccato direttamente dalla questione. 
Tra la folla sono spuntati diversi cartelli che mostravano come la speculazione edilizia abbia già "colpito" la zona, mentre gli interventi dei politici, tra cui il consigliere Daniele Polato, si alternavano a quelli dei cittadini furiosi. 
La vicenda del "cimitero veritcale" in settimana è finita anche sulle pagine di Repubblica, in un articolo di Tommaso Montanari, che metteva in luce gli affari tra la "morte" e il capoluogo scaligero. Sulla realizzazione dell'opera anche anche il consigliere di maggioranza (Lista Tosi) Salvatore Papadia dice la sua: "La struttura è già morta prima di essere concepita".

La protesta in ogni caso proseguirà, come promesso dai promotori, con l'organizzazione di una manifestazione fissata per le 17.45 di giovedì in piazza Brà e una raccolta firme che ha già superato quota 2000. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento