Cronaca Via Barana

Verona, ruba giubbotto e tenta la fuga: cercano di fermarlo 2 clienti ma lui li minaccia con un coltello

Un intervento a dir poco provvidenziale da parte della polizia di Verona, allertata per il furto e la successiva rapina in un negozio di via Barana. In manette e poi in carcere un 44enne marocchino. Uno dei due intervenuti ferito a un dito

Un rocambolesco tentativo di furto che poteva avere anche risvolti drammatici. Fortunatamente l'intervento della polizia ha evitato il peggio. Il fatto si è svolto intorno alle 18 di martedì, quando in un negozio di abbigliamento di via Barana a Verona, un nordafricano di mezza età ha cercato di allontanarsi trafugando un giubbotto senza averlo pagato.

Smascherato dal sistema antitaccheggio, l’uomo è stato bloccato da un altro cliente italiano. Sfruttando il suo senso civico non poteva immaginare a cosa sarebbe andato incontro. Per difendersi, infatti, il ladro non ha esitato a estrarre un coltello da cucina appositamente limato a mo’ di stiletto. Aggravandosi la situazione, è giunto in soccorso un altro cliente, cittadino cinese, che nell’intervenire è stato colpito all’indice della mano destra.

È stato a quel punto, per fortuna, che sono giunti i poliziotti. Hanno definitivamente fermato il ladro, sequestrato il coltello e consegnato la refurtiva, del valore di 54 euro, al titolare del negozio. Alla luce di quanto accaduto, il 44enne marocchino senza fissa dimora e con diversi precedenti specifici, è stato tratto in arresto per il reato di tentata rapina impropria aggravata. E mercoledì mattina, direttamente in carcere dove era stato condotto, il giudice per le indagini preliminari ne ha convalidato l’arresto, disponendo inoltre nei suoi confronti la permanenza dietro le sbarre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ruba giubbotto e tenta la fuga: cercano di fermarlo 2 clienti ma lui li minaccia con un coltello

VeronaSera è in caricamento