Cronaca Borgo Trento / Via Goffredo Mameli

Verona, ruba bici in ospedale e se la carica in spalla: lo beccano poco distante mentre trancia il lucchetto

Fondamentale, in questo caso, l’interessamento di una cittadina che entrando intorno alle 8e20 dall’ingresso pedonale di via Mameli a Borgo Trento, ha notato un uomo di mezza età a piedi col telaio addosso

Nella mattina di lunedì gli agenti del posto di polizia all’ospedale di Borgo Trento sono intervenuti per un furto di bicicletta avvenuto all’interno dei parcheggi della struttura, riuscendo a rintracciare il colpevole. Fondamentale, in questo caso, l’interessamento di una cittadina la quale, entrando intorno alle 8e20 dall’ingresso pedonale di via Mameli, ha notato un uomo di mezza età con in spalla una bicicletta da donna.

Insospettita, la donna ha chiesto conto di quel comportamento ma si è sentita rispondere dall’uomo che la bicicletta era sua e che aveva semplicemente perduto le chiavi. Non fidandosi di quella vaga risposta, la cittadina si è quindi rivolta alla polizia che si è subita messa in azione. Direttisi immediatamente verso il luogo indicato dalla testimone, gli agenti hanno così trovato il ladruncolo ancora all’interno dell’ospedale, all’altezza dell’uscita del reparto geriatrico verso la strada, mentre con una grossa tenaglia tentava inutilmente di tranciare il cavo di sicurezza agganciato al telaio della bici. Avendo ammesso il furto, l’uomo, 43enne rumeno senza fissa dimora in Italia, è stato tratto in arresto per il reato tentato furto aggravato. Martedì mattina il giudice della direttissima, convalidato l’arresto, ha disposto nei suoi confronti quattro mesi di reclusione e 200 euro di multa. Pena sospesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ruba bici in ospedale e se la carica in spalla: lo beccano poco distante mentre trancia il lucchetto

VeronaSera è in caricamento