Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Sommacampagna / Via Verona

Chiede il rinnovo della patente C ma usa un'identità falsa: doveva scontare sei anni di carcere

A tradirlo sono stati i suoi continui cambi di residenza e la sua cancellazione dalle liste anagrafiche per irreperibilità, così è stato accompagnato in Questura dove è venuta alla luce la sua lunga lista di reati

Lo scorso 24 gennaio il “Nucleo falsi documentali” del Corpo di Polizia Provinciale ha eseguito un provvedimento di carcerazione a carico di un cittadino di origine moldava, residente a Verona da oltre dieci anni. L’investigazione, effettuata in collaborazione con la squadra mobile della Questura di Verona e la polizia locale del Comune di Sommacampagna, ha permesso di assicurare alla giustizia il trentanovenne moldavo, trovato in possesso di documenti falsi.

L’operazione è partita dalla richiesta che il moldavo ha presentato alla Motorizzazione Civile per il rinnovo della patente che consente di guidare veicoli oltre i 35 quintali. La domanda riportava un indirizzo di residenza nel Comune di Sommacampagna benché l'uomo fosse domiciliato altrove. Anche le sue precedenti residenze nei comuni di Dolcè e Verona risultavano fittizie, ed era stato cancellato dalle liste anagrafiche dei suddetti comuni per irreperibilità.
Il 39enne, dopo essere stato individuato ed aver fornito un’identità falsa, è stato accompagnato agli uffici della squadra mobile della Questura. Dalle indagini è emersa, oltre a una lunga lista di nomi falsi usati negli anni, anche una serie di condanne per reati quali furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale: il tutto per una somma di pene di circa sei anni di detenzione. Conclusi gli accertamenti e le verbalizzazioni di rito, gli agenti hanno provveduto ad accompagnare il soggetto presso la casa circondariale di Montorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede il rinnovo della patente C ma usa un'identità falsa: doveva scontare sei anni di carcere

VeronaSera è in caricamento