Cronaca Negrar / Via Roma

Rifornivano di hashish e marijuana i minorenni della Valpolicella: banda sgominata

Sono state le segnalazioni di alcuni genitori ha portare i Carabinieri del Nucleo Operativo di Caprino ad avviare un'indagine che ha permesso l'arresto di 10 persone

Rifornivano i giovanissimi della Valpolicella di marijuana e hashish, spacciando davanti alle scuole, ai giardini e davanti ai locali pubblici, in particolar modo davanti ad un venditore di kebab, che era diventato il punto di ritrovo della banda. 

Le segnalazioni dei genitori, allarmati da alcune situazioni sospette attorno ai propri figli, hanno messo in moto i Carabinieri del Nucleo Operativo di Caprino, che hanno dato il via alle indagini. In momenti diversi, 10 giovanissimi, tra cui anche dei minorenni, sono finiti in manette. Secondo gli inquirenti sarebbero tre i capi banda, tutti di Negrar, ritenuto il centro dello smercio e tutti appena maggiorenni. 

L'operazione trova la sua importanza nell'identità di chi riforniva la banda, che come clienti aveva una cinquantina di minorenni della Valpolicella. Tutti segnalati dai Carabinieri. Nel corso dell'operazione i militari hanno anche recuperato quasi mezzo chilo di droga. A finire in manette Anis Boussoura, 23 anni, Brahim El Guaraoui, 28 anni e Riccardo Vinco, 19 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifornivano di hashish e marijuana i minorenni della Valpolicella: banda sgominata

VeronaSera è in caricamento