rotate-mobile
Cronaca Veronetta / Via Venti Settembre

Verona, riciclaggio e associazione per delinquere: 23 indagati e 10 milioni di euro di beni sequestrati

La guardia di finanza di Verona ha concluso la complessa ed articolata indagine di polizia giudiziaria che ha portato alla richiesta di processo per i soggetti collegati all'affare "Mondialfruit"

Nuovi pesanti strascichi sulla vicenda "Mondialfruit". La guardia di finanza di Verona ha concluso la complessa ed articolata indagine di polizia giudiziaria che ha portato alla richiesta di processo per i soggetti collegati all'affare legato al fallimento della società di Montecchia di Crosara specializzata nel commercio di prodotti ortofrutticoli. L'attività è scaturita da indagini degli anni scorsi che avevano consentito di individuare le responsabilità, a vario titolo, di quattordici persone.

LA TRUFFA - Il sodalizio criminale operava sostanzialmente mediante la costituzione di società con sedi in Italia e all’estero che emettevano fatture per operazioni inesistenti al fine di ottenere anticipi e fidi dagli istituti di credito. Il meccanismo di frode ha complessivamente fruttato all’organizzazione circa 30 milioni di euro, parte dei quali sono stati “ripuliti” attraverso l’acquisto di opere d’arte (da Lucio Fontana a Andy Warhol) i cui prezzi sono stati artatamente “gonfiati”.

I reati contestati ipotizzati dalla Procura della Repubblica di Verona, e dal pm Marco Zenatelli che coordina le indagini, vanno dall’associazione per delinquere al riciclaggio, al favoreggiamento personale e reale fino al trasferimento fraudolento di valori.
Con il rinvio a giudizio, il giudice per le indagini preliminari Rita Caccamo, ha disposto il provvedimento di sequestro preventivo di beni mobili e immobili. L'inchiesta è culminata con il rinvio a giudizio di nove persone, mentre per altre cinque è stata dichiarata l'incompetenza territoriale. Il processo per il crac Mondialfruit si aprirà a maggio.

La Compagnia di Legnago ha così proceduto al sequestro di otto immobili, ubicati nelle province di Brescia e Rimini, un motociclo e tre quote di capitale per un valore complessivo di un milione e 75mila euro. Nell’ambito delle indagini sull'affare "Mondialfruit”, le Fiamme Gialle di Verona hanno individuato complessivamente 23 soggetti, responsabili a vario titolo, e sequestrato un illecito patrimonio mobiliare ed immobiliare pari a nove milioni e 870mila. Le opere d'arte non sono state ancora recuperate dagli investigatori.

SI RICORDA CHE È SEVERAMENTE VIETATO PUBBLICARE QUESTO CONTENUTO.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, riciclaggio e associazione per delinquere: 23 indagati e 10 milioni di euro di beni sequestrati

VeronaSera è in caricamento