Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Golosine

Verona, retata alle Golosine: la Finanza becca pusher di 29 anni con teneva oltre 6 etti di droga

Dal controllo del marocchino sono emersi subito 20 ovuli di hashish pronti per la “vendita”, nonché 15 grammi di cocaina “in sasso”. A questo primo riscontro è seguita la perquisizione dell’abitazione: lì altri 33 ovuli

Nel quadro della lotta al traffico illecito di sostanze stupefacenti, i militari della guardia di finanza di Verona, hanno eseguito un nuovo arresto, frutto di una scrupolosa attività di "intelligence" volta a ricostruire la fitta rete di spacciatori operante in città.

Nella notte di venerdì 5 dicembre i finanzieri hanno eseguito un controllo nel quartiere Golosine nei confronti di un soggetto extracomunitario già noto ai militari, rinvenendo subito 20 ovuli di hashish pronti per la “vendita”, nonché 15 grammi di cocaina “in sasso”. A questo primo riscontro è seguita la perquisizione dell’abitazione del soggetto. Tali operazioni hanno permesso di rinvenire altri 33 ovuli di hashish identici ai precedenti, occultati nella camera da letto, per un totale complessivo di circa 600 grammi. Inoltre veniva rinvenuto denaro contante in banconote di piccolo e medio taglio per circa 200 euro da ritenersi frutto dell’attività di spaccio visto che il soggetto non esercita alcuna attività lavorativa ed è risultato privo di regolare permesso di soggiorno. Lo spacciatore, 29enne nativo del Marocco, è stato tratto in arresto e nella stessa nottata e associato al carcere di Montorio dove è rimasto a disposizione della magistratura. Il 9 dicembre, dopo l’udienza di convalida, è stata disposta per ui la permanenza dietro le sbarre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, retata alle Golosine: la Finanza becca pusher di 29 anni con teneva oltre 6 etti di droga

VeronaSera è in caricamento