menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, rapinano con una pistola le Poste di Cavaion. Bottino 495 euro

Assalto armato in pieno giorno alla filiale di via Marconi in località Sega. Sotto scacco per pochi secondi l'unico impiegato dell'ufficio. Due furfanti in fuga con l'auto rubata a Caprino

Rischiano l'accusa di rapina a mano armata per il colpo da 495 euro. A dividerseli fanno circa 250 euro a testa e c'è da chiedersi se i due malviventi si sono poi domandati se "il gioco vale la candela". L'assalto all'ufficio postale a Sega di Cavaion ha tenuto con il fiato sospeso l'unico impiegato, presente all'interno, per alcuni secondi. E' avvenuto alle 13, poco prima dell'orario di chiusura, martedì. In base alla ricostruzione, i due rapinatori si sono fermati con una Fiat Uno davanti alle Poste di via Marconi. Solo uno di loro, travisato con sciarpa e berretto, è entrato, mentre il complice "palo" ha atteso in auto, pronto alla fuga. Una volta all'interno dell'ufficio l'uomo ha estratto una pistola e l'ha puntata contro l'impiegato al bancone intimando di consegnare tutti i soldi in cassa. Prese le poche banconote è scappato sull'auto.

Sul posto, dopo l'allarme al 112, sono giunte le pattuglie dei carabinieri di Caprino che hanno raccolto la testimonianza del dipendente. Secondo il racconto, il malvivente sarebbe stato italiano, mezza età, corporatura normale. Sui due si concentrano ora le indagini. L'auto, risultata rubata a Caprino la mattina stessa, è stata ritrovata a Pol di Pastrengo ripercorrendo la presunta via di fuga dei criminali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento