Verona, assalto armato al tir dei formaggi: 41enne in ostaggio

Vittima un camionista di Villafranca dipendente di una ditta mantovana che commercia derivati del latte: 514 forme da 40 chili per un bottino di 40mila euro. In tre lo hanno sequestrato

Ladri di mozzarelle? Non proprio. Rapinatori professionisti, armati di pistola e narcotico per stordire il conducente di un camion contenente 200 chili di formaggio. Hanno assaltato il suo tir nel Mantovano, ma la rapina si è conclusa solo 90 chilometri dopo, a Stienta, in provincia di Rovigo. La vittima è un 41enne camionista di Villafranca, dipendente della Euroformaggi della città lombarda. Tutto è avvenuto lunedì scorso, nel pomeriggio, mentre l'uomo stava viaggiando sulla Statale Goitese in direzione Valeggio. Verso le 14e30 si è però reso conto di una Bmw che lo stava seguendo e che non smetteva di lampeggiare i fari. Così si era fermato, in attesa di sapere quale fosse il problema. I problemi, in realtà erano in arrivo. In tre hanno assaltato l'abitacolo del camion, pistole alla mano. Due di loro hanno intimato al 41enne veronese di invertire la marcia e dirigersi verso il Rodigino. Il terzo seguiva il tir a bordo della Bmw.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La rapina è terminata vicino al campo sportivo di Stienta, a ridosso della provincia di Ferrara. I furfanti si sono prima occupati di immobilizzare il guidatore e poi di svuotare il carico: 514 forme da 40 chili ciascuna, per un totale di 40mila euro. Prima di fuggire il terzetto di rapinatori ha anche pensato bene di narcotizzare il camionista, per evitare che diramasse subito l'allarme, lasciando poco spazio di manovra. A soccorrerlo è stato, verso le 20e30, un'automobilista. Aveva udito dei lamenti provenire dalla cabina e così ha denunciato il fatto a carabinieri e ha chiamato il 118. Sul posto, come spiega l'Arena, sono giunti gli equipaggi del 112 di Stienta e Castelmassa, che hanno dato il via alle indagini. Non ci sarebbero testimoni, per ora. Le uniche indicazioni sono state quelle fornite dalla vittima, secondo cui i suoi assalitori avevano un accento dell'Est Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento