Cronaca Zevio / Piazza Santa Toscana

Verona, pistola in pugno e passamontagna. Rapina alla sala slot in centro a Zevio

Attimi di terrore nell'attività di piazza Santa Toscana, domenica sera. Verso le 19e40 coppia di malviventi hanno fatto irruzione puntando l'arma contro il titolare e fuggendo a piedi con 3250 euro d'incasso in tasca

Stavolta le slot non le hanno nemmeno toccate. Sono andati dritti al bancone. Hanno affrontato il titolare della sala slot con una pistola i due rapinatori che, domenica sera, hanno colpito a Zevio. La ricostruzione dell'episodio l'ha fornita ai carabinieri di Verona la stessa vittima. Ma a confermare ci sono le telecamere. Erano circa le 19e40 quando nella sala giochi "Zevio Slot" di piazza Santa Toscana, in pieno centro, due uomini, coperti da passamontagna, hanno fatto irruzione puntando l'arma contro il titolare dell'attività. Brevissimi gli istanti per la rapina flash. Come nei film: "Questa è una rapina", "Dammi tutti i soldi che hai in cassa". Nessuna violenza, solo minacce.

La paura che gli succedesse qualcosa di male ha permesso all'uomo solamente di estrarre le banconote e consegnarle ai malviventi. Il bottino ammonta a 3250 euro. I rapinatori, agguantata la refurtiva, sono poi usciti, scappando a piedi. Molto probabile che avessero un mezzo, parcheggiato poco distante. Sul caso indagano gli uomini del reparto operativo dei carabinieri di Verona. Sono stati acquisiti i filmati di videosorveglianza e raccolte le testimonianze. Il titolare ha confessato che i rapinatori sarebbero stati italiani che parlavano con accento napoletano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, pistola in pugno e passamontagna. Rapina alla sala slot in centro a Zevio

VeronaSera è in caricamento