Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Verona, ragazza incinta di due mesi muore per l'emorragia: la Procura apre un'indagine

Era arrivata in gravi condizioni all'ospedale di Borgo Trento. Ricoverata in Terapia intensiva, i medici hanno provveduto a rianimarla per più di un’ora per l'aggravarsi della situazione. Disposta autopsia

E’ morta a seguito di un’emorragia, nelle sale dell’ospedale di Borgo Trento. E’ ora la Procura a voler fare chiarezza sul caso che ha visto come vittima, negli scorsi giorni, una giovane originaria dello Sri Lanka. La ragazza, residente in città con la famiglia, era incinta di due mesi e proprio sulle presunte complicazioni della gravidanza si è aperta un’indagine: lei era stata ricoverata a Terapia intensiva dopo essere arrivata in ospedale in gravi condizioni. Le cause probabili sarebbe appunto un’emorragia extrauterina. I medici, dopo l’aggravarsi della situazione, hanno provveduto a rianimarla per più di un’ora. Tentativo vano, dato il decesso della paziente.

Gli accertamenti sono stati disposti dal pm Giuseppe Pighi e giovedì darà l’incarico per l’esame autoptico al medico legale Dario Raniero. Solo tra qualche mese si potrà conoscere l’esito. Bene precisare che, come spiegano i quotidiani locali, il sostituto procuratore non ha iscritto nessuno nel registro degli indagati. Il personale sarebbe, per ora, estraneo alla faccenda, dato che il fascicolo riporta l’inchiesta per “fatti non costituenti reato”. Solo dopo l’autopsia la salma della donna potrà essere restituita alla famiglia, per la sepoltura eventuale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ragazza incinta di due mesi muore per l'emorragia: la Procura apre un'indagine

VeronaSera è in caricamento