menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, autunno caldo a scuola: studenti in piazza. Assemblea pubblica in Bra

Consegnata all'assessore provinciale all'Istruzione, Marco Luciani, una lettera dettagliata in merito alla situazione scolastica veronese. Gli studenti hanno sottolineato le inefficienze e mancanze della città, con richieste e proposte

La "Rete degli studenti medi" di Verona, ha aderito al presidio dei lavoratori giovedì 14 novembre. "Change the way: istruzione, invertiamo la marcia!" è stato lo slogan scelto dalla Rete e l'Unione degli universitari a livello nazionale. Il sindacato studentesco, nella piattaforma nazionale della seconda mobilitazione di quest'autunno, dopo la prima dell'11 ottobre, dichiara di avere  ben chiaro quali siano i problemi della scuola italiana.

"Alcuni esempi - spiega la Rete degli studenti in una nota - sono i tagli, i blocchi del turn-over, vincoli alla didattica e numeri programmati stanno consegnando il Paese ad un sistema sempre più chiuso ed elitario: al sottofinanziamento corrispondono ingenti aumenti delle tasse e dei contributi “volontari” e un esplosione delle barriere all’accesso: l'Italia è il terzo paese in Europa con le tasse più care e i corsi universitari a numero chiuso superano ormai il 50% del totale".

A tal proposito, a livello locale gli studenti medi hanno consegnato all'assessore all'Istruzione provinciale, Marco Luciani, una lettera dettagliata e ricca di osservazioni in merito alla situazione scolastica veronese. Gli studenti hanno sottolineato le inefficienze e mancanze della città di Verona, avanzando richieste e proposte. Questo gesto ha permesso di ottenere un incontro con Luciani mercoledì 26 novembre alle 15. Dopo il presidio di giovedì mattina, la Rete di Verona lancia, per la giornata del 15 novembre, un'assemblea pubblica in piazza Bra, angolo via Roma, ore 15. Nella stessa giornata proseguirà la mobilitazione studentesca in tutte le città, che vedrà protagonisti gli studenti insieme ai lavoratori. Gli studenti medi hanno scelto questa data in vista del prossimo 17 novembre, giornata mondiale del "Diritto allo Studio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento