Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Carlo Cattaneo

Creato a Verona il progetto "Salva Genova": in primavera prenderà il via l'opera

L'impresa è un'idea della Technital Verona Spa, la società promotrice anche del project financing per costruire e gestire il Passante nord con traforo delle Torricelle

Nasce a Verona il progetto "Salva Genova", che dovrebbe quindi consentire al capoluogo ligure di contrastare efficacemente le piogge che anche in questi giorni stanno mettendo a dura prova la popolazione. 

L'idea prevede la costruzione di uno scolmatore, un tunnel sotterraneo con sbocco sul mare, nel quale far confluire le acque del torrente Fereggiano e del fiume Bisagno e mettere così in sicurezza la città in caso di alluvioni, che anche quest'anno hanno provocato una vittima dopo le sei di tre anni fa. Il progetto è un'idea della Technital Verona Spa, la società promotrice anche del project financing per costruire e gestire il Passante nord con traforo delle Torricelle. La gara d'appalto per selezionare l'impresa che renderà realtà tale opera si chiuderà la prossima settimana, mentre i lavori dovrebbero prendere il via in primavera, per una durata complessiva di quattro anni. 

Sulla base di un contratto acquisito in gara, Technital è stata chiamata nel luglio dell'anno scorso da comune di Genova, quale capogruppo di un'associazione temporanea d'impresa (Ati) con altri studi di ingegneria italiani più la francese Artelia, che ha sviluppato la modellazione fisica delle opere più importanti, a svolgere la progettazione definitiva dello scolmatore. L'azienda con gli uffici in via Cattaneo, nel periodo fra luglio e dicembre 2013, ha predisposto il progetto che prevedeva la costruzione di una galleria principale lunga tre chilometri e 700 metri (dei quali 900 metri realizzati e mai completati a fine anni '80) per deviare al suo interno le portate di piena del Fereggiano, che scorre dentro Genova. Quasi interamente tombato sotto le abitazioni, con larghezza insufficiente a portare l'intera piena. Dopo la violenta inondazione del 4 novembre 2011 che provocò sei morti, il capolouogo ligure ottenne i fondi per finanziare il progetto. Oltre alla galleria, l'opera comprenderà un pozzo di sei metri di larghezza e trenta di profondità, all'interno del quale verranno deviate le ondate delle piene. Gli oltre centomila litri al secondo d'acqua, cadranno a questo punto al suo interno, perdendo la propria energia e imboccando la galleria sotterranea che li condurrà direttamente in mare. Il costo complessivo del progetto "Salva Genova" si aggira intorno ai 40 milioni di euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Creato a Verona il progetto "Salva Genova": in primavera prenderà il via l'opera

VeronaSera è in caricamento