rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Profughi in arrivo dal Nord Africa, Zaia boccia la strada delle ex caserme

Il Presidente della Regione ritiene l'ipotesi, che già era stata tentata in passato, lesiva della dignità degli immigrati, fortemente impattante sulle comunità locali e non realizzabile. Vanno, inoltre, bloccati subito i nuovi arrivi

La proposta di ospitare i profughi nelle caserme è oggetto di un accesso dibattito in questi giorni, ma viene bocciata da Zaia. Per il Presidente della Regione Veneto, infatti, l'ipotesi di alloggiare gli immigrati in questo tipo di strutture determinerebbe la creazione di ghetti insalubri, che andrebbero a impattare pesantemente sulle comunità locali. Zaia incalza il premier Renzi, accusandolo di fare rattoppi, anziché cercare soluzioni realmente efficaci. Inoltre, individua come unica strada da percorrere, allo stato attuale delle cose, quella di "bloccare i barconi gestiti dai terroristi dell'Isis in Libia, perché quella in corso non è una migrazione ma un atto apertamente ostile all'italia e all'Europa. Vanno subito sospesi gli accordi di Schengen".

Il presidente veneto ricorda che l'esperimento delle caserme era già stato tentato, ma nessuna delle strutture individuate era, alla fine, risultata utilizzabile. Senza contare che "il ghetto è quanto di peggio si possa ipotizzare, anche per la dignità dei migranti", aggiunge Zaia. In Veneto esiste, inoltre, un Protocollo Sanitario specifico di prevenzione dalla diffusione di malattie che si basa sull'invio di task force nei luoghi designati all'accoglienza per verificarne la vivibilità e la salubrità. "Pertanto - ricorda sempre Zaia - è necessario allertare con il dovuto preavviso, nel caso di nuovi arrivi".

Va ideato un piano ben studiato perché "la migrazione sta diventando un'invasione che ha disperso sui territori decine di migliaia di fantasmi di cui non si sa nulla", ha concluso il Governatore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi in arrivo dal Nord Africa, Zaia boccia la strada delle ex caserme

VeronaSera è in caricamento