Cronaca Centro storico / Via Noris Enrico

Verona, processo Agec: fra tre giorni i tre dirigenti arrestati tornano liberi. Salvo i giudici

Un colpo di scena potrebbe avvenire in queste ultime ore di custodia cautelare, scaduti i termini di sei mesi, perché pare che il Tribunale possa avanzare un’aggravante rispetto ai reati di cui sono accusati

La prossima settimana torneranno liberi. O meglio, “dovrebbero tornare”. Il condizionale serve a spiegare che sullo scioglimento degli arresti domiciliari per l’ex direttore generale di Agec, S.T., e i due ex dirigenti Stefano Campedelli e Francesca Tagliaferro, deve ancora esprimersi il Tribunale di Verona. Un colpo di scena potrebbe avvenire in queste ultime ore di custodia cautelare perché pare che i giudici possano avanzare un’aggravante aggiuntiva rispetto ai reati di cui i tre sono accusati. Alla turbativa d’asta, falso in atto pubblico e rivelazione di segreti d’ufficio (per S.T. anche la corruzione) si potrebbe sommare un’altra fattispecie di “falso” che sarebbe comparsa nel decreto di giudizio immediato ma che nell’ordinanza di custodia non c’era. Gli avvocati difensori sono tuttavia pronti e hanno già presentato istanza di revoca degli arresti. I sei mesi, termine della custodia, sono trascorsi ma per Tagliaferro e Campedelli solo l’11 aprile i giudici avevano respinto la libertà anticipata per rischio di “reiterazione del reato”. Spiega il Corriere Veneto che

nella loro ordinanza i magistrati avevano chiamato in causa lo stesso S.T. (che pure, in quella circostanza, non aveva chiesto la revoca dei domiciliari) in quanto «è tutt'ora dirigente del medesimo ente con competenze da definire». Lo scorso autunno, i tre vennero raggiunti dall'ordinanza di carcerazione insieme al quarto coimputato Martin Klapfer, imprenditore bolzanino (tutti e quattro rimasero in cella a Montorio fino all'11 dicembre scorso, quando ottennero i domiciliari, e proprio la settimana scorsa l'altoatesino ha lasciato i domiciliari ottenendo dal Riesame l'obbligo di dimora a Bressanone).


IN AULA GLI INCONTRI DELL'EX DIRETTORE: "REGALI, ESCORT E TANTE TELEFONATE"

AGEC, SI IPOTIZZA UN DANNO ERARIALE DA 1 MILIONE E 300MILA EURO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, processo Agec: fra tre giorni i tre dirigenti arrestati tornano liberi. Salvo i giudici

VeronaSera è in caricamento