Verona, presunte irregolarità contro i mendicanti: tre vigili indagati. Altri 15 interrogati come testimoni

Rischia di creare un caso l'esposto presentato in Procura dal consigliere comunale Gianni Benciolini. Indagini in corso, l'ipotesi d'accusa è di abuso d'ufficio sulle retate anti degrado e anti accattonaggio

Tutto ancora da verificare, è bene dirlo subito. C’è però il fatto: tre agenti della polizia municipale di Verona risultano indagati e altri 15 saranno sentiti dal pm e per questo invitati a comparire come testimoni. A scatenare la potenziale bufera nel Comando di via del Pontiere è l’inchiesta aperta dalla Procura per abuso d’ufficio relativamente ad alcune retate contro l’accattonaggio e i mendicanti. Lo segnala L’Arena, che spiega come tutto potrebbe essere partito da un esposto anonimo ma presentato lo scorso maggio dal consigliere comunale del Movimento 5 stelle, Giani Benciolini. La segnalazione in procura riporta una comunicazione di marzo del dirigente del reparto territoriale del vigili in cui, per affrontare le situazioni di degrado e di chi chiede l’elemosina, si chiede di trasferire i mendicanti nella sede del Comando.

L’esponente Cinquestelle aveva ipotizzato una violazione della legge poiché le Forze dell’ordine possono accompagnare in sede solo chi è sprovvisto dei documenti e chi non ci sta a farsi identificare. Nel mirino delle indagini ci sono i blitz effettuati l’11, il 18 e il 21 marzo e il 18 aprile che sarebbero andati ad individuare persona già registrare e conosciute. Come spiega il quotidiano locale, le carte d’identità spuntavano solo una volta che gli accattoni venivano accompagnati in Comando. Il comandante della polizia municipale, Luigi Altamura, aveva già presentato una querela per diffamazione contro il consigliere Benciolini relativamente al contenuto dell’esposto presentato in cui tra l'altro si contesta anche la regolarità del sequestro delle somme di denaro. Il procedimento starebbe per essere archiviato. Sono attesi dunque gli interrogatori ai 15 agenti. Poi verrà presa una decisione sulle presunte irregolarità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

Torna su
VeronaSera è in caricamento