Cronaca Università / Viale Università

Verona, precari da 8 anni all'università: i docenti bloccano le assunzioni per la loro carriera

Il Senato accademico ha scelto di bocciare la proposta del rettore Nicola Sartor che intendeva stabilizzare parte del personale tecnico-amministrativo. Risorse esigue e destinate agli "scatti" del corpo dei professori

Il Senato accademico dice “No” all’assunzione dei precari “storici” del personale tecnico e amministrativo dell’Ateneo veronese. Questa la sintesi del dibattito avvenuto martedì nelle sale dell’università. A rimanere con il fiato sospeso sono stati finora 23 dipendenti e impiegati, alcuni al servizio dell’UniVr da otto anni. Ad opporsi alla proposta del rettore Nicola Sartor è stato il corpo docente motivando la scelta con i problemi finanziari e la mancanza di risorse dei vari dipartimenti. Come spiega l’Arena, Sartor, con una proposta di delibera di novembre, aveva chiesto la stabilizzazione del

“personale la cui consolidata formazione e competenza professionale è ritenuta ormai indispensabile per il normale funzionamento delle strutture universitarie”

A pesare sulla bilancia sono state anche le situazioni dei numerosi professori, assegnisti e dottorandi, che da tempo chiedono chiarezza sul proprio futuro professionale. In più, i docenti attendono di conoscere i risultati sulle procedure di abilitazione nazionale con i quali avanzare richieste di progressioni di carriera. Spostando i soldi sui precari amministrativi e tecnici, sarebbero dunque disattese le possibilità degli “scatti”, pur legittimi. I 23 impiegati potrebbero dover salutare i colleghi da gennaio, per far spazio, molto probabilmente, ai nuovi precari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, precari da 8 anni all'università: i docenti bloccano le assunzioni per la loro carriera

VeronaSera è in caricamento