menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, polizia stringe sulla "tolleranza zero" per Hellas-Roma: "Attesi molti più tifosi che col Napoli"

Piano della sicurezza per la partita dio domenica 26 gennaio al Bentegodi. Arrivano i "celerini" da molti reparti del Nord Italia. Partita anticipata alle 12e30 per sfruttare le ore di luce. Pronti elicotteri con telecamere

“Tolleranza zero”. Negli uffici della questura di Verona, su lungadige Galtarossa, viene ripetuto come un mantra. Se per Hellas Verona - Napoli la cintura di sicurezza ha retto bene, all’incontro al Bentegodi contro la Roma sarà ancora più stretta. La partita di Serie A allo stadio veronese si preannuncia tra le più delicate del campionato. Sotto il profilo tifoserie, ovviamente. Per le due squadre in campo ci sono ancora molte partite da affrontare. Se gli ultras partenopei sono legati a quelli gialloblù da una lunga rivalità, con gli ultras giallorossi è il numero di persone a preoccupare. I precedenti echeggiano ancora dalla partita di andata, con l’aggressione a sassate con la quale i romanisti hanno “accolto” il pullman della squadra. Come spiega il questore Vito Danilo Gagliardi sulle pagine del Corriere Veneto,

“Sono attesi molti più tifosi in trasferta rispetto a Hellas - Napoli e ci sarà un dispiegamento notevole delle Forze dell’ordine” … “L’obiettivo, come sempre è quello di assicurare l’incolumità di tutti, dei tifosi veronesi così come degli ospiti, in modo che sia loro possibile godersi al meglio l’incontro di calcio tra due grandi squadre. Abbiamo organizzato il tutto in modo tale che in nessun modo potrà esserci alcun contatto tra le due tifoserie”

NEI MINIMI DETTAGLI - L’organizzazione, in mano ai dirigenti della questura, prevede l’invio dei Reparti Mobili (la vecchia “Celere”) dalle caserme e dai distaccamenti del Nord Italia. In forze di supporto anche i militari specializzati di guardia di finanza e carabinieri. Ci si prepara ad ogni eventualità: la partita, per ragioni di ordine pubblico (e diritti tv), è stata anticipata alle 12e30. Si sfrutteranno appieno le ore di luce. In caso di nebbia si alzerà in volo anche un elicottero provvisto di telecamere. Con il Napoli, a parte qualche breve momento di tensione e qualche episodio isolato, tutto sembra essere andato per il meglio. Anche se, come spiega il quotidiano locale, qualcuno sembra ave passato il limite:

“In diverse occasioni abbiamo notato comportamenti inqualificabili da parte di padri di famiglia. C’è il caso di un quarantenne, completamente ubriaco, che ha cominciato a insultare i poliziotti davanti al figlio di sei anni. Queste cose non devono accadere: stiamo documentando questi episodi, se ci sono problemi con i servizi sociali si potrà arrivare a togliere la patria potestà”

Gagliardi è sicuro che tutto filerà liscio: nemmeno per la concomitanza con la Fiera di Motor Bike Expo: il traffico generato sarà altra cosa, altro discorso, e comunque organizzato dai vigili. Intanto il sindaco Flavio Tosi ha vietato la vendita di bottiglie di vetro. E poi, si sa, c’è sempre la Digos.

POLIZIA ALLO STADIO - Intanto i sindacati di polizia, Siulp e Sap, fanno sapere che il questore ha permesso agli agenti (di concerto con il dipartimento della Pubblica sicurezza e la presidenza dell’Hellas Verona) di pranzare direttamente all’interno dello stadio ove, per l’occasione, sarà allestito un punto di ristoro proprio per le Forze dell’ordine.

"Tale scelta - spiegano i segretari provinciali Davide Battisti e Nicola Moscardo - coniuga in maniera sostanziale, l’esigenza di un dignitoso momento di pausa riservato ai poliziotti, con le necessità di garantire prontezza operativa in caso di bisogno che, per evidenti ragioni, mai come prima potrà essere assicurata. Un momento di vicinanza ai professionisti della sicurezza che non potrà che essere interpretato come gesto distensivo rispetto alle preoccupazioni che, su più fronti e talvolta in modo gratuito o grazie a dichiarazioni irresponsabili, caratterizzano le fasi che precedono gli importanti appuntamenti sportivi e di aggregazione delle diverse tifoserie".

L’auspicio è che la partita di domenica rappresenti non solo una pagina di sport e maturità sociale, ma soprattutto un punto di partenza cui riferirsi affinché le società di calcio contribuiscano fattivamente al pagamento dei costi straordinari sostenuti settimanalmente dallo Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento