Cronaca Lungadige Antonio Galtarossa

Verona, la polizia ricorda i suoi eroi caduti e nasce il "Percorso della Memoria". Via alle cerimonie

Sabato 21 febbraio ricorre il decennale della scomparsa degli agenti Davide Turazza e Giuseppe Cimarrusti. Sarà presente il capo Alessandro Pansa e il suo vice per intitolare a loro e altri due agenti caserme e aule

Sabato 21 febbraio ricorre il decennale della scomparsa degli agenti Davide Turazza e Giuseppe Cimarrusti e il questore di Verona, Vito Danilo Gagliardi ha percepito nel personale il desiderio forte di rinnovare concretamente il loro "mai sopito ricordo". I due assistenti della polizia di Stato, medaglie d'oro al Valor civile alla Memoria, sono deceduti in servizio durante un conflitto a fuoco la notte del 21 febbraio 2005, in zona Croce Bianca, con un uomo che poi si sarebbe rivelato essere l'assassino di una prostituta. La tragedia di Davide si era aggiunta a quella del fratello Massimiliamo (lui stesso insignito di medaglia d'oro al Valor civile alla Memoria), che nell'ottobre del 1994 rimase ucciso in una sparatoria a Fumane mentre tentava di bloccare una banda di rapinatori che stavano preparando un colpo ad un furgone blindato. Quel giorno infatti Massimiliano, rientrando a casa, incrociò sotto casa i banditi che poi aprirono il fuoco. Le ferite, gavissime, non gli lasciarono scampo.

Come è purtroppo noto, Turazza e Cimarrusti non sono stati gli unici poliziotti, negli ultimi anni, che la polizia scaligera ha perso in conflitti a fuoco. La Questura di Verona ha quindi studiato un “Percorso della Memoria” che nel corso degli anni andrà ad abbracciare tutti i suoi caduti. Primo passaggio di questo percorso sarà, appunto, la giornata di sabato, nella quale si svolgeranno due importanti cerimonie: l’intitolazione dell’aula magna della sede della questura in lungadige Galtarossa all’agente Giuseppe Cimarrusti e l’intitolazione della caserma "Allegri" ai fratelli Turazza, considerato peraltro che è da poco passato anche il ventennale della scomparsa di Massimiliano.

La caserma, il cui nucleo originario risale alla prima metà del XIV secolo e poi di proprietà dell’illustre famiglia Allegri di cui fu la residenza principale fino al XIX secolo, è luogo molto frequentato dal personale, essendoci sia la locale mensa che gli alloggi collettivi di servizio nei quali molte generazioni di poliziotti accasermati, soprattutto giovani agenti, come lo erano appunto i fratelli Turazza, hanno vissuto e tuttora vivono.

Alle cerimonie di sabato parteciperanno il capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa, e il vicecapo, prefetto Alessandro Marangoni. Il "Percorso della Memoria" proseguirà poi nel 2016 con l’intitolazione della sala stampa della questura agli agenti Ulderico Biondani e Vincenzo Bencivenga i quali, in forza alla Squadra Mobile, rimasero uccisi il 14 marzo 1992 in una sparatoria con un trafficante di stupefacenti. La cerimonia di sabato 21 febbraio comincerà alle 9e45 nel piazzale della questura in lungadige Galtarossa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, la polizia ricorda i suoi eroi caduti e nasce il "Percorso della Memoria". Via alle cerimonie

VeronaSera è in caricamento