menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili e Finanza insieme in una retata contro il commercio ambulante abusivo

L'operazione ha portato al sequestro di puntatori laser e fionde luminose in materiale plastico. I primi nello specifico, non rispetterebbero le norme di tutela della salute dell'acquirente

Sabato sera movimentato sul lungolago Marconi di Lazise. I vigili urbani in stretta collaborazione con il reparto mobile della Guardia di Finanza di Villafranca hanno compiuto una importante operazione di contrasto del commercio ambulante abusivo. In particolare hanno sequestrato diverso materiale privo delle prescritte autorizzazioni al commercio, in particolare dei marchi europei di sicurezza.

Sono stati sequestrati 43 puntatori laser e fionde luminose in materiale plastico. Nello specifico i puntatori laser oggetto del sequestro non offrirebbero le opportune garanzie a tutela della salute degli acquirenti, in particolare della tutela della vista. "Abbiamo provveduto al pedinamento ed al controllo di un soggetto di nazionalità pakistana, tale A.Q. ed abbiamo accertato che lo stesso si riforniva di merce che poneva in vendita ai passanti ­ spiegano al comando vigili urbani ­ direttamente dal veicolo che aveva parcheggiato presso il parcheggio a pagamento park Ulivi sito in zona porta Cansignorio. La merce era occultata in sacchetti di plastica all'interno della predetta vettura. Sono stati identificati oltre al cosiddetto " capo" anche altri soggetti, sempre di nazionalità pakistana, addetti alla vendita degli oggetti sequestrati."

I pakistani sono residenti a Padova ed ogni sera giungono in gruppo di 5­6 a Lazise per effettuare la vendita degli oggetti appena illustrati. Ovviamente senza alcun permesso di vendita e con a disposizione merce di cui non si possono evidenziare le indispensabili garanzie di legge a tutela dei consumatori. "Il cosiddetto " capo" ­- sottolineano i vigili urbani -­ a mezzo di un telefono cellulare coordinava l'intero gruppo, avvisando, di volta in volta della eventuale presenza delle forze dell'ordine. Identificato e seguito questo soggetto, grazie al fattivo contributo degli agenti delle fiamme gialle, in borghese, abbiamo potuto eseguire il controllo e quindi l'operazione di sequestro della merce. Noi con il sequestro amministrativo, la Guardia di Finanza con un sequestro penale, in particolare per quanto attiene ai puntatori laser. Abbiamo inoltre provveduto al sequestro, finalizzato alla confisca, del veicolo Fiat Marea dove erano custoditi, oltre ai laser anche cappelli in materiale plastico, peluches, occhiali in plastica, fionde e pile." L'intera azione è stata coordinata con l'aiuto di un interprete di lingua pakistana che da diversi anni vive ed opera a Lazise.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento