Cronaca Villafranca di Verona / Viale Postumia

Verona, pistola alla tempia del direttore dell'Euronics e fuga con 15mila euro. Due arresti

Dopo poco più di una settimana dalla rapina in via Quadrato a Villafranca, i carabinieri identificano e bloccano i due malviventi che erano fuggiti dopo il colpo flash a bordo di un motorino

Dopo poco più di una settimana di serrate indagini, sono stati individuati ed arrestati due italiani ritenuti responsabili della rapina perpetrata nella serata del 14 dicembre 2013 ai danni del direttore dell’Euronics di Villafranca di Verona. Due fratelli in manette, Castrese e Vincenzo Viglione, rispettivamente 48 e 47 anni, salernitani. Il fatto risale a ridosso dell’orario di chiusura, quando, alle 20, l'uomo era stato aggredito da un rapinatore mentre si avviava verso casa. Un colpo fruttato 15mila euro. Secondo la testimonianza resa dalla vittima, in quel frangente era stato avvicinato da un uomo, coperto da sciarpa e casco da motociclista che gli aveva puntato una pistola alla tempia tra via Quadrato e viale Postumia, dove si trova il negozio. Il direttore aveva appena chiuso la saracinesca e portava con se’ il borsello contenente l’incasso per depositarlo nella cassa continua della Banca Popolare di via Quadrato. La minaccia della pistola e i modi violenti del suo aggressore non gli hanno lasciato il tempo di far nulla se non consegnare il denaro e alcuni documenti. Subito dopo è avvenuta la fuga del malvivente, a bordo di un motorino condotto da un complice, anch’egli travisato con casco e foulard.

LE INDAGINI - Ai due rapinatori i militari di Villafranca sono arrivati tramite la segnalazione dei colleghi di Santa Maria Capua Vetere, che aveva indicato i fratelli, "trasferisti" della rapina, nella zona di Verona. Sono state le intercettazioni telefoniche, ancora una volta a garantire il buon esito delle indagini. Dopo l'aggressione al direttore dell'Euronics sono arrivate le conferme sulla presenza a Villafranca dei due criminali campani, pluripregiudicati e con una rapina di appena un mese prima alle spalle, e sono scattate le manette. Attualmente si trovano in carcere a Napoli.

Poco tempo prima, in ottobre, un’altra rapina aveva scosso i negozianti di viale Postumia. Avvenuta ai danni del negozio di pesce “Sapore di mare”, il furfante aveva puntato la cassiera e si era fatto consegnare circa 3mila euro. All’Euronics di Villafranca l’ultimo colpo eclatante era avvenuto nell’ottobre 2007, quando il bandito, dopo essersi finto cliente, aveva terrorizzato le cassiere sventolando una pistola ed esplodendo un colpo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, pistola alla tempia del direttore dell'Euronics e fuga con 15mila euro. Due arresti

VeronaSera è in caricamento