menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I capannoni della "Masiero Gomme" a San Pietro di Legnago

I capannoni della "Masiero Gomme" a San Pietro di Legnago

Verona, in pieno giorno sfondano la ditta per rubare le auto, poi le abbandonano e incendiano

Alla "Masiero gomme" di via Mattei, nella Zai di Legnago, una banda di scassinatori ha utilizzato un furgone rubato come ariete e ha sfondato l'ingresso dell'officina meccanica. Volevaon un Suv ma se ne sono andati in pulmino

Hanno tentato la razzia in pieno giorno, di sabato, quando alcune ditte sono ancora aperte e i veronesi al lavoro o a spasso. Entrati in azione alle 18, nella zona industriale di San Pietro di Legnago, alle porte del capoluogo della Bassa. Un colpo studiato ma andato a finire male. Non si può dire comunque che sia finito bene nemmeno per il proprietario del capannone. Alla “Masiero gomme” di via Mattei, vicino al grande magazzino dell’abbigliamento “Punto Blu” e del McDonald’s, una banda di scassinatori ha utilizzato un furgone, risultato poi rubato, come ariete e ha sfondato l’ingresso dell’officina meccanica. Forse cercavano copertoni da rivendere, attrezzi o automobili, anche usate. Tutto avrebbe “fatto brodo”, evidentemente. I furfanti di certo non si sono preoccupati del caos che avrebbero scatenato, del rumore, e ancora meno del fatto che la ditta si trova a ridosso di una strada trafficatissima, soprattutto a quell’ora.

Secondo le ricostruzioni dei carabinieri di Legnago, intervenuti sul posto a seguito della denuncia dei titolari, la banda si è fatta largo sfondando la vetrata con un furgone. Una volta all’interno hanno tentato di portare fuori un Bmw X5 ma non ce l’hanno fatta per un palo antisfondamento. Il fatto è che, nelle manovre per rubarlo, il Suv è stato danneggiato, così come le altre vetture parcheggiate. Alla fine sono riusciti a mettere in moto un pulmino di piccole dimensioni e sono fuggiti. Bastava rubare qualcosa, viene da pensare, visto che poi il mezzo è stato ritrovato incendiato in una strada periferica di Castelguglielmo, nel Rodigino. era completamente distrutto. Inservibile ai ladri (per rivenderlo) e ormai anche ai proprietari della “Masiero”. I danni quantificati si aggirano a decine di migliaia di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento