Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Via Antonio Pontiroli

Verona, picchia e umilia la convivente: non riesce a starle lontano. Viene arrestato e portato in carcere

L’uomo aveva il divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri alla donna e ai luoghi che normalmente frequentava, ma in almeno tre occasioni ha violato l’ordinanza restrittiva del giudice, arrivata pochi giorni fa

La polizia municipale di Verona ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 44 anni, che nei giorni scorsi era stato allontanato dalla propria abitazione per aver ripetutamente maltrattato, aggredito e minacciato la sua compagna. L’uomo aveva il divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri alla donna e ai luoghi che normalmente frequentava, Verona, botte, minacce di morte e umiliazioni quotidiane: allontanato 44enne dalla compagna
come supermercati, negozi, luoghi di aggregazione e simili,
ma in almeno tre occasioni ha violato l’ordinanza restrittiva dell’autorità giudiziaria.

Per questo motivo la polizia municipale è intervenuta, eseguendo il nuovo provvedimento che ha portato l’uomo in carcere. Gli agenti erano intervenuta per un controllo dell’abitazione alla fine dello scorso aprile, quando aveva accertato le condizioni in cui viveva la donna. Raccolti tutti gli elementi e una querela molto dettagliata, gli agenti avevano immediatamente informato la Procura, che in tempi brevi ha emesso l’ordinanza restrittiva.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, picchia e umilia la convivente: non riesce a starle lontano. Viene arrestato e portato in carcere

VeronaSera è in caricamento