Cronaca Veronetta / Regaste Redentore

Verona, picchia la compagna per tre anni: arrestato 23enne moldavo

I carabinieri hanno ricostruito l'incubo che una povera ragazza viveva dal gennaio 2010: calci, pugni, schiaffi e persino testate dal giovane violento. Le continue vessazioni l'avevano mandata in psichiatria

Da tre anni si accaniva sulla compagna. Calci, pugni, testate fino a procurarle fratture al volto. E poi umiliazion di ogni tipo per sottometterla: lei era persino arrivata a giustificare le botte. I carabinieri di Verona sono riusciti a mettere fine al dramma della donna. L'uomo è stato arrestato nelle scorse ore. Si tratta di un cittadino di origine moldava di 23 anni. I carabinieri sono arrivati a lui dopo numerose segnalazioni di medici e infermieri. Ogni volta che la vedevano era sempre ridotta peggio. A far partire le indagini è stato il definitivo ricovero in psichiatria della vittima.

L’uomo, dal gennaio del 2010, la picchiava brutalmente arrivando a procurarle traumi multipli e facciali, nonché la frattura delle ossa nasali. A causa delle continue vessazioni aveva provocato nella donna una psicosi acuta tale da costringerla al ricovero nel policlinico scaligero. La sudditanza psicologica era tale che lei riusciva ogni volta a ridimensionare e giustificare il comportamento dell’uomo, attribuendosi addirittura la colpa di tali violenze. Essendone ancora innamorata e non volendo in alcun modo danneggiare il convivente, aveva cercato in ogni modo di non sporgere querela. Così, i carabinieri data la non collaborazione della vittima, avevano cominciato ad acquisire tutti i referti di Pronto soccorso dagli ospedali cittadini, alcuni dei quali mancanti di prognosi poiché la donna, una volta medicata, aveva abbandonato i letti.

Percosse all’omero, alle anche, frattura delle ossa nasali, traumi facciale, all'occhio, lesioni multiple: queste le diagnosi lette dai militari dell’Arma. I carabinieri, ricostruiti i tre anni di violenze e intimidazioni, hanno poi redatto un rapporto che ha consentito al pubblico ministero, Elvira Vitulli, di richiedere l'arresto del ragazzo. Il 23enne, pregiudicato per furto, è stato rintracciato dai carabinieri di Parona in Valpolicella,  arrestato e condotto  in carcere a Montorio. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e continuate per futili motivi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, picchia la compagna per tre anni: arrestato 23enne moldavo

VeronaSera è in caricamento