menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, piano sicurezza e innovazione: telecamere di ultima generazione puntate su Villafranca

Nel centro cittadino, uno dei più grossi della provincia, si sta ripendando l'intero sistema di videosorveglianza e si ipotizza l'arrivo di uno speciale "Targa system" come a Verona. I dati finiranno in un database per le Forze di polizia

Si sta ripensando all’intero sistema di videosorveglianza, a Villafranca. L’idea del Comune è quella di dotare il territorio cittadino di telecamere in grado di “illuminare” ogni zona e fornire alle Forze dell’ordine strumenti importanti per la lotta alla criminalità. Soprattutto per i furti in abitazione, uno dei reati più odiosi perché incide sulla privacy di una persona. Ebbene, le ipotesi al vaglio dell’amministrazione comunale sarebbero due: la prima è di installare telecamere ad alta definizione all’entrata e in uscita della città, la seconda è di dotare gli autovelox con lettori di targhe, oltre che rilevatori di velocità. In questo modo sia carabinieri che poliziotti potrebbero consultare le immagini delle registrazioni che verrebbero tra l’altro mantenute per sette giorni e non solo per 24 ore. In più la polizia municipale, analogamente a quanto accade con il “Targa system” a Verona, potrebbe verificare nell’immediato la regolarità dei documenti del proprietario dell’auto, sia il bollo o l’assicurazione così come la patente.

Il sindaco Mario Faccioli punta quindi all’aggiornamento per la città. Le prime telecamere hanno ormai 15 anni, praticamente un’era geologica in termini di tecnologia. Per arrivare all’installazione di nuovi componenti il Consiglio comunale ha approvato le modifiche al regolamento comunale per il trattamento sui dati sensibili (nomi, indirizzi, recapiti) che ora sono consultabili assieme ai database di Motorizzazione civile e Forze dell’ordine. Altre novità riguardano invece gli arredi e l’illuminazione pubblica. Sembra che i soldi della Tasi (la tassa sui servizi indivisibili come, appunto, l’illuminazione e la manutenzione) stiano per essere finalmente sfruttati, anche se il denaro che serve per rivoluzionare il centro cittadino è tanto. Servono quasi 4 milioni di euro. Come spiega L’Arena

il nuovo Piano dell'illuminazione pubblica, approvato qualche settimana fa, prevede che i futuri lampioni non siano più mere luci, ma pali dotati di sistema wifi, sui quali montare pannelli informativi e telecamere, diventando quindi strumenti di monitoraggio e informazione e ponti di connessione internet, magari collegati alla fibra ottica che permette la navigazione veloce con banda larga. Il sindaco ha spiegato che, in tal senso, il Comune si è già attivato per partecipare a bandi di finanziamento

ESCALATION DI FURTI NEL VILLAFRANCHESE: I SINDACI FANNO FRONTE COMUNE

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento