Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca San Giovanni Lupatoto / Via XXIV Maggio

Verona, "pestato brutalmente a calci in testa dai buttafuori": ma a finire nei guai è la "vittima" 35enne

Lui al giudice ha raccontato di non ricordare nulla di quanto accaduto sabato. Ma secondo i carabinieri l’uomo, malconcio ma furibondo, sarebbe andato a prendere un coltellino che teneva in auto e avrebbe minacciato la security

Era “su di giri” perché mezzo ubriaco. Aveva sicuramente esagerato con l’alcol ma quello che ne è scaturito sarebbe andato ben al di là della “punizione” per le molestie di cui si era reso responsabile. Un 35enne ha accusato due bodyguard di un locale notturno di averlo “massacrato di botte”. Il problema è che a finire in manette è stato proprio lui per minacce e aggressione con un coltello. L’uomo è così finito prima in caserma e poi davanti al giudice a cui a ha riferito di patteggiare due mesi di pena (sospesa). E’ successo sabato scorso all’esterno della discoteca “Bollicine” a San Giovanni Lupatoto. Dopo alcuni bicchieri di troppo il 35enne era diventato “molesto” e così è stato allontanato. Una volta fuori, però, i bodyguard non si sarebbero limitati alla ramanzina e a qualche spintone.

Secondo quanto riferito dal cliente del locale l’avrebbero malmenato brutalmente, arrivando a colpirlo con dei calci alla testa. Lui al giudice ha raccontato di non ricordare nulla di quanto accaduto sabato. Ma secondo la ricostruzione dei carabinieri l’uomo, malconcio ma furibondo, sarebbe andato a prendere un coltellino che teneva in auto. Avrebbe minacciato i buttafuori che, di tutta risposta, sarebbero passati alla seconda “razione”. Alla fine, come spiegano i quotidiani locali, l’uomo è dovuto ricorrere alle cure del Pronto soccorso per diverse ferite, botte sul viso, un’occhio nero, labbro spaccato e lesioni al collo. In tribunale si è dovuto presentare con numerose fasciature “per il modo in cui l’avevano ridotto”. L’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato rimesso in libertà dopo il patteggiamento dall’accusa di porto abusivo di arma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "pestato brutalmente a calci in testa dai buttafuori": ma a finire nei guai è la "vittima" 35enne

VeronaSera è in caricamento