Cronaca Centro storico / Via Don Gaspare Bertoni

Verona, periodo di gite scolastiche: giro di controlli sui pullman di ragazzi. Nel mirino le ditte furbette

Filo diretto scuola-polizia municipale: si vogliono evitare alcuni "trucchi" che imprese poco serie potrebbero mettere in atto esponendo così i trasportati a rischi. Tra questi ad esempio il “ringiovanimento” di mezzi e autisti "in nero"

È partita il 20 febbraio la campagna "Gita serena", con controlli della polizia municipale di Verona sui bus che trasportano scolari e studenti in gita scolastica, avviati anche a seguito di incidenti stradali molto gravi che hanno coinvolto autobus in viaggio e in gita scolastica e l'aumentata attenzione su questo settore dei trasporti. Sono decine i bus già segnalati dai dirigenti scolastici. Proprio venerdì mattina mattina, in via Bertoni sono stati controllati sei bus in partenza per Grecia, Francia e Spagna con il loro carico di 600 studenti. Nessuna violazione è stata rilevata. “La sicurezza generale di questo tipo di viaggio è infatti imprescindibile e non può essere affidata al caso, visto che i viaggiatori si sono rivolti ad un professionista” dichiara il comandante della polizia municipale, Luigi Altamura.

“Questo progetto mira ad alzare il livello di sicurezza in ottica di legalità e regolarità, sia con verifiche dirette sui veicoli in partenza sia rendendo più difficile la vita di quanti lavorano al limite delle norme”. Attraverso questo progetto, realizzato in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Provinciale, il responsabile della scuola può richiedere il controllo dei veicoli in partenza per le gite scolastiche. Gli accertamenti degli agenti riguarderanno documenti di guida, autista e veicolo, per verificare che il trasporto sia regolare ed il conducente in condizioni idonee ad intraprendere il viaggio. La richiesta di controllo dovrà essere inviata al Comando della polizia municipale almeno una settimana prima dell'evento, all'indirizzo di posta specificando il giorno, l'ora, l'indirizzo e il luogo della partenza nonché il referente della scuola.

Il controllo, a seconda delle esigenze, viene eseguito circa 30 minuti prima della partenza, nel luogo del raduno. È particolarmente importante monitorare le modalità di questo tipo di trasporto, anche per evitare alcuni "trucchi" che imprese poco serie potrebbero mettere in atto esponendo così i trasportati ad inutili rischi. Tra questi ad esempio il “ringiovanimento” di mezzi datati, reimmatricolati per rientrare nelle gare di quei Comuni che ammettono solo mezzi più giovani: nella regione Veneto il limite è di 15 anni di vita. Oppure la presenza di autisti pensionati non correttamente contrattualizzati, riciclati o dopolavoristi, che potrebbero evitare i controlli sanitari previsti dal contratto collettivo di lavoro degli autisti professionisti. Tutte le informazioni sul progetto all'indirizzo web https://gitasicura.comune.verona.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, periodo di gite scolastiche: giro di controlli sui pullman di ragazzi. Nel mirino le ditte furbette

VeronaSera è in caricamento