Verona, pazzo per l'amore perduto della ex, le piomba sotto casa e le svaligia l'auto urlando

Pronto intervento della polizia per allontanare un vioelnto 42enne veronese dall'abitazione della sua precedente compagna. Ora è in carcere. Altro intervento anche per disarmare una 21enne che con un coltello minacciava tre marocchini

Pronto intervento dei poliziotti per "salvare" una donna dalle angherie dell'ex compagno. Nel pieno della notte tra lunedì  emartedì, intorno all'1e15, una signora si è rivolta al 113, allarmata dalle urla di uomo che si aggirava sotto casa sua. Si trattava dell’ex compagno, già colpito da un divieto di avvicinamento a seguito di un precedente arresto, di due settimane fa. L’uomo, questa volta, non riuscendo a contattare telefonicamente la ex compagna, ha deciso di recarsi direttamente sotto la sua abitazione e attirarne l’attenzione a suon di urla. Non contento, aveva anche forzato la portiera della sua auto, parcheggiata in strada, portandosi così via una borsa contenente alcuni effetti personali, nonché il frontalino della radio, alcuni cd e l’antenna.

I poliziotti, giunti immediatamente sul posto a bordo di due Volanti, hanno rintracciato l’uomo in una via limitrofa mentre si stava allontanando, trovandolo in possesso non solo della borsa trafugata e del suo contenuto ma anche di un coltellino multiuso con la lama piccola spezzata, segno della precedente forzatura. Alla luce di quanto accertato, l’uomo, un 42enne veronese è stato tratto in arresto per i reati di stalking e furto aggravato. Condotto martedì mattina di fronte al giudice, in sede di direttissima lo stalker è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.

PERICOLOSA - Altri interventi della polizia anche lunedì pomeriggio. Intorno alle 15 sono giunte al 113 diverse segnalazioni secondo cui, nei pressi di piazzetta Municipio, un ragazza stava minacciando con un coltello degli altri giovani. In effetti è stata proprio questa la situazione apparsa agli agenti arrivati sul posto. La ragazza, 21enne veronese, senza apparente motivo, soltanto vedendoli passare, aveva cominciato ad inveire nei confronti di tre giovani marocchini. Ancor più furibonda per la loro mancata reazione, ha continuato con gli insulti a sfondo razziale per poi, addirittura, estrarre minacciosamente un coltello serramanico ma limitandosi “soltanto” a schiaffeggiare uno dei tre.

Resa inoffensiva e sequestrato il coltello, gli agenti hanno poi accompagnato la ragazza in questura per l’identificazione e la conseguente denuncia a piede libero per il reato di porto di armi o oggetti atti ad offendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Dopo l'abbandono, il piccolo Zeno lascia l'ospedale per andare in affidamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento