menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, pausa pranzo al ristorante e quando esce trova il furgone svaligiato ma il ladro fa poca strada

Si è risolta per il meglio la vicenda di furto ai danni di un autotrasportatore trentino ad Arcole. Alcuni testimoni notano l'intera scena: un ragazzo di 34 anni aveva caricato un'intera partita di carne sulla sua Mercedes

Un macigno "da digerire" in pausa pranzo. È tornato dal ristorante e ha trovato il furgone completamente vuoto. Sarebbero bastati quei pochi minuti passati in ristorante per "offrire" al malvivente di turno "via libera" per razziare il contenuto. Almeno una volta si è risolta per il meglio la segnalazione di furto presentata ai carabinieri veronesi. Il ladro infatti è stato rintracciato in un batter d'occhio e arrestato. È accaduto ad Arcole, in località Macia, in pieno giorno. Erano passate da poco le 12e30 di giovedì quando l'autista del furgone con cassone frigo, che lavorava per conto di una ditta trentina, ha scoperto che era scomparsa un'intera partita di carne di tacchino. Il conducente si era fermato per pranzare in un ristorante della zona.

Gli sono state indispensabili le testimonianze di alcuni presenti, che hanno notato un ragazzo fermare l'auto e caricare i pacchi sulla sua Mercedes Classe A. Partita la chiamata ai carabinieri del 112 di San Bonifacio, la pattuglia è riuscita ad intercettare il sospetto poco distante dal luogo del furto. In auto aveva la refurtiva di circa 400 euro di valore. Nei guai è dunque finito il 34enne di origine serba, incensurato e senza un lavoro fisso, con l'accusa di furto. Dopo aver passato la notte nelle celle di sicurezza della caserma, è stato accompagnato davanti al giudice che ha convalidato l'arresto e ha disposto per lui la pena a 5 mesi di reclusione. La pena risulta sospesa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento