Cronaca Centro storico / Via del Pontiere

Verona, pass disabili: truffe in calo nel 2013. "Ma i furbetti della sosta comoda esistono sempre in città"

Denunciate 14 persone per utilizzo di tagliandi clonati, meno della metà dei 33 segnalati nel 2012. Dieci gli automobilisti fermati mentre utilizzavano pass intestati a familiari deceduti: dalla finta badante al figlio al lavoro

Nel corso del 2013 sono state 14 le persone denunciate alla magistratura per utilizzo di pass invalidi clonati, meno della metà dei 33 segnalati nel 2012. Sono stati inoltre dieci gli automobilisti fermati mentre utilizzavano pass intestati a familiari deceduti, a fronte dei 42 dell’anno precedente. E' rimasto invece invariato, 22, il numero di permessi utilizzati seppur scaduti. Anche l’utilizzo irregolare da parte di familiari ed amici dell’intestatario del permesso si è fortemente ridotto: 99 le violazioni accertate nel 2013 contro le 166 del 2012. Questo il bilancio annuale dei controlli relativi ai furbetti della sosta, a Verona.

“Grazie all'impegno degli agenti della polizia municipale molti cittadini hanno capito che su Verona i controlli sono attenti e costanti – ha detto il comandante, Luigi Altamura – anche se c’è ancora da lavorare: se da un lato infatti è migliorata la situazione durante fiere ed eventi, letteralmente presi d’assalto da furbetti in cerca di parcheggi comodi sfruttando il pass di amici o parenti, dall’altra non sono mancati episodi singolari”

È il caso, ad esempio, di una donna che usava il permesso di una persona deceduta, dichiarando di esserne alle dipendenze come badante o quello di un uomo che sfruttava il permesso del padre per parcheggiare vicino alla sede di lavoro. Una signora, durante le festività natalizie, ha anche utilizzato il permesso della madre inferma per essere più comoda e veloce negli acquisti. Durante l’ultima manifestazione fieristica, "Motor Bike Expo", sono state due le persone denunciate per aver utilizzato pass clonati e 6 quelle che utilizzavano pass regolari, ma senza il titolare a bordo. Si tratta del più basso numero di infrazioni di questo tipo, raggiunto durante eventi fieristici. Analoghi risultati anche durante i controlli all’ospedale civile di Borgo Trento, dove, tra dicembre e gennaio, sono state accertate solo due violazioni: una per pass scaduto e una per uso irregolare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, pass disabili: truffe in calo nel 2013. "Ma i furbetti della sosta comoda esistono sempre in città"

VeronaSera è in caricamento