Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Via Torricelle

Verona, via all'abbattimento cinghiali: "Causano incidenti e devastano tutto"

Provvedimento valido per tre mesi e "necessario" a causa dei frequenti avvistamenti in particolare nell’area compresa tra Quinzano, Avesa e le Torricelle, in Valpantena, Valsquaranto, Pian di Castagnè

Non sono pericolosi per l'uomo in se' ma causano incidenti e devastano campi e giardini. Per questo il sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha firmato l'ordinanza che permette la cattura o anche l’abbattimento dei cinghiali selvatici nel territorio comunale. Il provvedimento,  analogamente a quanto attuato da altri Comuni della provincia, si è reso necessario a causa degli avvistamenti sempre più frequenti di cinghiali selvatici nel territorio comunale, in particolare nell’area compresa tra Quinzano, Avesa e le Torricelle, in Valpantena, Valsquaranto, Pian di Castagnè.

“La diffusione rapida e incontrollata di questi animali – spiega Tosi – ha portato ad un aumento delle incursioni nelle proprietà private. A causa della loro stazza ed aggressività, i cinghiali possono arrecare danni alle proprietà, in particolar modo ai prati e ai fondi agricoli, oltre ad essere fonte di pericoli per la sicurezza stradale. Da qui la necessità del provvedimento, per consentire la cattura o l’abbattimento di quegli animali potenzialmente pericolosi che sconfinano dai loro territori”.

CINGHIALE ATTRAVERSA LA STRADA, DUE GIOVANI FERITI IN MOTO

LE REGOLE - Allo scopo di evitare possibili rischi dovuti anche alle reazioni degli animali sull’uomo o sulle cose, in prossimità delle zone abitate è consentita unicamente l’operazione di cattura mediante speciali gabbie dette “chiusini”, così come previsto nelle “Disposizioni tecnico operative in ordine all’attivazione del piano di controllo del cinghiale e sue eventuali ibridazioni per il periodo 2011-2015”, introdotte con deliberazione della Provincia di Verona del 5 luglio 2012. Le operazioni di cattura e/o abbattimento si svolgeranno sotto la responsabilità e il diretto controllo del personale di vigilanza del Corpo di polizia provinciale e sono consentite nelle zone del comune di Verona, con esclusione del Sito di interesse comunitario “val Galina e Progno di Borago”. L’ordinanza ha una durata di 90 giorni dalla sua entrata in vigore, tempo ritenuto sufficiente per affrontare l’emergenza.  

CACCIA AI CINGHIALI SELVATICI, IN TRE ANNI I CAPI ABBATTUTI PASSANO DA 122 A 499

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, via all'abbattimento cinghiali: "Causano incidenti e devastano tutto"

VeronaSera è in caricamento