rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Verona, ordinanza sui lupi, Tosi contro tutti: "Ministero e politici impreparati. Vengano in Lessinia"

Il sindaco di Verona furioso dopo la bufera sul provvedimento che permette (non a tutti) di sparare ai predatori degli allevamenti: "Stanno fornendo agli italiani la misura della loro inadeguatezza e ignoranza"

"II Ministero dell’Ambiente, l’Ispra e il sottosegretario Barbara Degani, in particolare, stanno fornendo agli italiani, se mai ce ne fosse stato bisogno, la misura della loro inadeguatezza e ignoranza (in senso strettamente etimologico)". Risponde senza mezzi termini il sindaco di Verona, Flavio Tosi, sul caso che infuria a Verona e provincia ma anche in tutta Italia e all'estero. "Se avessero mai letto la mia ordinanza, pubblicata anche sul sito internet del Comune di Verona, avrebbero capito che non si tratta di un invito a cacciare il lupo, ma solo di autorizzare la difesa dall’animale qualora diventi un pericolo per l’uomo".

Continua Tosi: "Va anche detto che, forse grazie alla mia ordinanza, si sono accorti che esiste un problema di sicurezza per gli allevamenti bovini nella zona della Lessinia e della collina veronese. Alla Degani, che parla a sproposito di un progetto di ripopolamento del lupo iniziato quando ero (dal 2005 al 2007) assessore della Regione Veneto, ricordo che in Italia non esiste e non c’è mai stato nessun progetto di ripopolamento del lupo. Il progetto europeo “Wolf in the Alps: implementation of coordinated wolf conservation actions in core areas and beyond”, cui la Regione del Veneto ha aderito solo il 30 dicembre 2013, non riguarda il ripopolamento ma il solo mantenimento del lupo nei territori interessati dal piano d’intervento".

TOSI E L'ORDINANZA CHE FA INFURIARE: "MI SENTIREI A DISAGIO A SPARARE A UN LUPO"

L’obbiettivo chiave del progetto "Life WolfAlps" riguarda l’implementazione ed il coordinamento di azioni di conservazione della popolazione alpina di lupo nelle "core areas" (aree chiave) e nell’intero ecosistema alpino per favorire la costituzione di un regime di convivenza stabile tra lupo e attività economiche sulle Alpi: vale a dire il monitoraggio della presenza del lupo e le azioni per conciliare la sicurezza delle attività umane con la protezione della specie. "Se mai avrà voglia di fare un giro per la Lessinia - invita Tosi - potrà capire che non è, per le sue caratteristiche, una zona in cui uomo e lupo possano convivere. L’impressione è che i responsabili politici del Ministero non conoscano le materie di cui dovrebbero occuparsi".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ordinanza sui lupi, Tosi contro tutti: "Ministero e politici impreparati. Vengano in Lessinia"

VeronaSera è in caricamento