Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via San Giovanni Lupatoto

Verona, opere per la viabilità e poi supermercati, case, negozi: sopralluogo in zona Palazzina

Fanno parte delle opere pubbliche previste nel progetto presentato dai privati, oltre alla rotatoria di via San Giovanni Lupatoto, anche il parco pubblico di 7mila metri quadrati e un parcheggio. Valore: 2.200.000 euro

Sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori del Comune alla rotatoria in via San Giovanni Lupatoto. E' stato il sindaco in persona, Flavio Tosi, a recarsi in prossimità dell’incrocio con via del Pestrino, dove sorge l’opera pubblica prevista nel Piano urbanistico attuativo “Palazzina”, che interessa un’area di circa 53mila e 439 metri quadrati. 

I lavori per la realizzazione della rotatoria saranno conclusi entro il mese di luglio con la posa dell’asfalto definitivo, la realizzazione dei passaggi pedonali e dell’impianto di illuminazione, e con il collegamento della pista ciclabile al ponte del Pestrino. Come spiegato dal presidente della Quinta circoscrizione Fabio Venturi, fanno parte delle opere pubbliche previste nel progetto presentato dai privati, oltre alla rotatoria, anche la realizzazione di un parco pubblico di 7mila metri quadrati ed un’area parcheggio, per il valore complessivo di 2 milioni 200 mila euro. Nell’area privata sorgeranno un supermercato, un ristorante, alcuni negozi a servizio del quartiere, edifici di edilizia residenziale sociale (villette bifamiliari su due livelli) e 14 villette singole con giardino. Previsto anche un passaggio ciclopedonale di collegamento tra gli spazi pubblici e quelli privati.  

LE CRITICHE - Non tutti, però, sono convinti del progetto a Palazzina. Il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Michele Bertucco, è molto critico in riferimento alla metratura del verde pubblico: "Il bilancio dell'intervento è molto meno roseo di come l'ha dipinto il sindaco durante il suo sopralluogo. Quello che lui chiama 'parco' è in realtà un'area verde poco più grande di una campo da calcio sulla quale si affacceranno i negozi e gli appartamenti. Considerate le dimensioni dell'intervento, non è affatto esagerato chiamarlo una sorta di verde condominiale. Le cosiddette 'opere pubbliche', presentate come 'regali' dei privati alla comunità, discendono nient'altro che dal rispetto dei comuni standard urbanistici. La stessa rotonda, di recente completata, non risparmia  la formazione di code neanche in questo momento, figurarsi cosa accadrà quando entreranno a regime tutte le superfici commerciali previste. Dal punto di vista urbanistico non si tratta di una zona degradata da riqualificare. Al contrario, è campagna da preservare. Dal punto di vista commerciale la zona è già servita da una grande e una media struttura di vendita che distano soltanto poche centinaia di metri. Il nuovo parco commerciale aggiungerà ulteriori 3500 metri quadri di superfici commerciali in contrasto con i criteri di sostenibilità indicati come prioritari dalla legge regionale sul commercio numero 50 del 2012".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, opere per la viabilità e poi supermercati, case, negozi: sopralluogo in zona Palazzina

VeronaSera è in caricamento