menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, operaio muore dissanguato in azienda: la sua terribile fine ripresa dalle telecamere

La Procura apre l'inchiesta per omicidio colposo riguardo alla morte del 44enne nigeriano addetto alle pulizie che ha trovato la morte dopo la straziante amputazione delle gambe nel compattatore dei rifiuti

Una terribile fine, una vera e propria tortura. La morte nell’agonia dell’operaio nigeriano di 44 anni, a Isola della Scala, è stata interamente filmata dalle telecamere di videosorveglianza dell’azienda in cui stava lavorando. Si riuscirebbe a vedere che si trascina per 200 metri sul piazzale. Stremato e ferito gravemente si sarebbe poi lasciato andare, morendo dissanguato. E ora la Procura annuncia di voler aprire un’inchiesta per omicidio colposo. Già arrivato l’ordine di sequestro del compattatore. Jim Osaro Williams, addetto alla raccolta e smaltimento rifiuti alla “Fresenius Kabi Spa” di via Ca’ Magre, a Isola della Scala, è morto domenica pomeriggio ma il suo corpo è stato ritrovato ore dopo, dagli agenti di sicurezza.

L’uomo era al lavoro e come al solito aveva trasportato scatoloni e materiali di scarto nel compattatore dei rifiuti situato nell’area ecologica interna della ditta. Per spingere i rifiuti si sarebbe arrampicato sul container. Poi sarebbe scivolato e il compattatore gli ha tranciato le gambe. La fine, terribile, è quella che racconta fin troppo bene il nastro della telecamera. Il video sarà acquisito dalla Procura e potrebbero spuntare i nomi di due persone nel registro degli indagati. Si tratterebbe comunque di una “prassi” per andare a fondo nella vicenda. Il 44enne, assunto da una cooperativa di servizi per lavorare anche all’interno della ditta, sarebbe deceduto verso le 16e30. Era domenica e nessuno era presente in zona. Le sue grida d’aiuto non sono state udite da nessuno.

Pochi minuti di agonia, un dolore straziante per le gambe amputate all’altezza del ginocchio. Lo hanno trovato solamente dopo ore, gli agenti della sicurezza. Sul posto sono poi arrivati i sanitari del 118, lo Spisal e i carabinieri di Isola della Scala e Villafranca. Spetta anche a loro, come spiega L'Arena, indagare sul rispetto delle norme relative alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento