menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, oltre 60 catture in barba alla legge: 4 bracconieri denunciati per gravi reati contro la fauna

Gli episodi più dannosi sono avvenuti a Valeggio, sul Baldo e in Lessinia, dove sono stati acciuffati e uccisi uccelli di specie particolarmente protette e che potrebbe portare ad arresti fino a 8 mesi e multe oltre i 2mila euro

A quanto pare sono sempre più necessarie le "ronde" contro il bracconaggio. Nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 ottobre alcuni agenti della polizia provinciale hanno scoperto, in più zone del territorio veronese, bracconieri ai quali sono stati contestati diversi reati, anche gravi, ai danni dell'avifauna.

Gli episodi più dannosi sono avvenuti a Valeggio, sul Baldo e in Lessinia, dove sono stati catturati e uccisi uccelli di specie particolarmente protette, reato che incorre in pene maggiori (prevede l'arresto fino a 8 mesi e l'ammenda fino a 2mila e 66 euro, oltre alla sospensione della licenza di porto del fucile da caccia fino a tre anni). In località La Pace a Valeggio sono stati sequestrati 31 esemplari di specie protette, tra cui 20 pispole (piccoli uccelli passeiformi). Sul Baldo, a Cavaion, 4 pettirossi; mentre in Lessinia a Camposilvano in Comune di Selva di Progno sono stati catturati 6 frosoni e 1 fringuello.

Ai tre bracconieri, che sono stati denunciati alla magistratura, sono stati sequestrati 3 fucili, 2 reti di cattura e 4 richiami acustici. La polizia provinciale ha inoltre sorpreso un bracconiere a Peschiera, nelle immediate vicinanze dell'Oasi del Frassino. L'uomo di 75 anni è stato denunciato perché deteneva illegalmente 41 richiami fra merli e tordi bottacci. Uccelli che aveva catturato abusivamente. Pur essendo cacciabili, per essere utilizzati come richiami questi animali devono essere muniti di apposita fascetta identificativa rilasciata dalla Provincia. In questo caso, 23 erano privi di contrassegno e quindi sono stati subito liberati, gli altri 18 erano muniti di fascette contraffatte e verranno liberati una volta concluse le indagini per accertare la destinazione dei volatili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento