Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Via Barana

Verona, gli occhi della Squadra Mobile puntati addosso: fermato che nasconde oltre 2 etti di coca

La "sua zona" era l'area verde di Porta Vescovo. In uno zaino la polizia trova 166 grammi di polvere bianca mentre altro mezzo etto è stata ritrovata nella sua casa in città. Sequestrati anche 30 grammi di marijuana

Lo avevano notato mentre confabulava per strada, nell'area dei giardini di Porta Vescovo. Frequenti i contatti che intratteneva con un ragazzo in bici. Un andirivieni quantomai sospetto che ha portato alcuni residenti a tenerli d'occhio e poi a chiamare la polizia perchè quello che era un semplice sospetto sembrava essere ormai una certezza. Droga, da spacciare, soprattutto cocaina. È quella che hanno scoperto gli investigatori della Squadra Mobile di Verona in via Barana perquisendo un 30enne colombiano.

Nello zaino nascondeva 166 grammi di polvere bianca mentre altro mezzo etto è stata ritrovata nella sua casa in città, durante gli accertamenti domiciliari. In un sacchettino teneva anche 30 grammi di marijuana. L'attività di spaccio è stata confermata, oltre che dalle quantità ben distanti dalla giustificazione "per uso personale", anche dal bilancino di precisione elettronico sequestrato dai poliziotti e dalle bustine per fare le dosi. Secondo il dirigente della Squadra Mobile di Verona, Roberto Della Rocca si tratterebbe di uno spacciatore "intermedio", capace di muovere importanti quantità di cocaina per immetterla nel mercato dello spaccio dedicato ai giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, gli occhi della Squadra Mobile puntati addosso: fermato che nasconde oltre 2 etti di coca

VeronaSera è in caricamento