menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, il nuovo sistema-monitor della Ztl raccoglie frutti: traffico in calo. "Solo" 7 violazioni al giorno

Per il momento, in questa fase di pre-esercizio, gli uffici si limiteranno a verificare, ma dal 2015 chi sgarrà si vedrà sospendere automaticamente l'autorizzazione rilasciata per l'accesso alla Zona a traffico limitato della città

A distanza di dieci giorni dall’avvio operativo del nuovo sistema "Rfid" per il controllo dell’accesso e dell’uscita dalla Ztl dei veicoli commerciali, la pressione del traffico merci leggero e pesante all’interno della zona a traffico limitato del centro storico si è decisamente ridotta. Lo rende noto l’assessore comunale alla Mobilità, Enrico Corsi, che spiega: “la prima settimana di esercizio dimostra già l’efficacia del nuovo sistema di controllo: dai dati analizzati, infatti, risulta una riduzione vicina al 50 per cento dei mezzi commerciali all’interno della Zona a traffico limitata nell’arco dell’intera giornata, con benefici quindi sia sotto il profilo della viabilità, grazie ad una minore pressione del traffico, che sotto il profilo ecologico, grazie ad una minore emissione di sostanze inquinanti".

LE RILEVAZIONI - Dal confronto fra i primi otto mesi di quest’anno (1 gennaio-31 agosto 2014) e la prima settimana di esercizio del nuovo sistema Rfid (15-19 settembre 2014) si ottengono i dati sulla riduzione della media giornaliera del traffico commerciale: nella fascia oraria 0-6 -36,30%, dalle 6 alle 10 -43,45%, tra le 10 e le 13 -43,12%, fra le 13 e le 16 -46,70%, nel periodo 16-18 -45,73%, dalle 18 alle 20 -48,29%, dalle 20 alle 22 -46,70% e infine nella fascia oraria 22-23 -49,39%.

Per quel che riguarda le registrazioni effettuate dal sistema nella prima settimana di esercizio, da lunedì 15 a venerdì 19 settembre, all’interno delle 50mila 934 letture totali (rilevamento di tutti i Tag transitati sotto i varchi), si rileva che 608 sono letture di Tag CityPass (riferite quindi al rilevamento dei permessi rilasciati dal Comune), 145 sono letture conformi (rilevamento di ingressi-uscite conformi alle fasce orarie autorizzate), 55 sono letture non conformi (relative quindi al rilevamento di ingressi–uscite non conformi alle fasce orarie autorizzate), 35 sono letture di uscite fuori fascia.

Nella prima settimana di avvio del sistema, quindi, sono state rilevate ben 35 uscite oltre l’orario autorizzato – conclude Corsi – si tratta di una media di 7 violazioni al giorno, che per il momento, in questa fase di pre-esercizio, gli uffici si limitano a verificare, ma che dal primo gennaio 2015 comporteranno l’automatica sospensione dell’autorizzazione rilasciata per l’accesso alla Ztl, per un numero di giorni che verrà stabilito dalla Giunta comunale con apposito provvedimento”.

Il sistema di controllo dei veicoli commerciali mediante la lettura a distanza del Tag Rfid di tipo passivo, incorporato nei nuovi contrassegni di circolazione, adottati sin dal gennaio 2013, è in fase operativa dal 15 settembre. Il nuovo sistema non sostituisce quello già attivo costituito dai varchi elettronici omologati e basati sulla lettura della targa dei veicoli, ma lo affianca allo scopo di associare i rilevamenti in ingresso con quelli in uscita. Il sistema di controllo Rfid ha lo scopo infatti di monitorare il comportamento dei veicoli commerciali in circolazione all’interno della Ztl e verificare che escano entro l’orario stabilito.  

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento