Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Affi / Via Don Gnocchi

Colpi di pistola contro la casa del sindaco: "Non ho mai ricevuto minacce"

Secondo le testimonianze dei residenti della zona, a premere il grilletto sarebbe stato un uomo incappucciato e giunto in bicicletta, che avrebbe scavalcato anche il cancello prima di compiere il gesto

"Se uno dei miei famigliari avesse passeggiato in corridoio al momento degli spari sarebbe stato colpito. I proiettili si sono conficcati nel muro della camera di mia suocera e sullo stipite della porta del vano scale". Queste le parole del sindaco di Affi Roberto Bonometti al quotidiano L'Arena, dopo i colpi di pistola indirizzati verso la sua abitazione due giorni fa. 

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Caprino e il SIS, Servizio d'investigazione scientifica. Secondo le prime testimonianze fornite dai vicini, un uomo vestito con una felpa nera ed incappucciato, sarebbe arrivato all'abitazione in bicicletta, avrebbe scavalcato il cancello e sparato in direzione della casa, prima di tornare in strada e fuggire in sella alla sua bici. Altri testimoni lo avrebbero visto passare anche davanti alla chiesa di Affi prima di far perdere le proprie tracce. 

"La chiara sensazione è che si tratti di un avvertimento di stampo mafioso. Ci sarà un'iniziativa dei sindaci della nostra provincia per testimoniare che in questo territorio non c'è spazio per intimidazioni di questo tipo", a parlare è il sindaco di Verona Flavio Tosi, ma gli inquirenti però affermano che "Non abbiamo elementi per imboccare questa pista". Bonometti intanto fa sapere non aver mai ricevuto minacce e di non aver neppure mai avuto questo sentore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpi di pistola contro la casa del sindaco: "Non ho mai ricevuto minacce"

VeronaSera è in caricamento