menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, Natale alle porte, ci si prepara: altri furti nei negozi. Arrestate due donne

Nei guai, per due distinti casi, una 22enne di origini marocchine dopo che aveva "visitato" un negozio nel centro storico di Verona, e una 63enne pregiudicata sorpresa a nascondere merce nella sua valigia

Si ingrossano le file degli arresti nei negozi di Verona. Altre due persone sono finite nei guai martedì, dopo la segnalazione alla polizia scaligera. Gli agenti delle Volanti sono intervenuti per un furto al negozio “Oviesse” di via Roma. Una giovane 22enne di origini marocchine è stata infatti sorpresa mentre cercava di fuggire dopo aver trafugato alcuni capi di abbigliamento e prodotti cosmetici per 95 euro. La ragazza è stata tradita dall’allarme anti-taccheggio, nonostante avesse provato, evidentemente non molto bene, di asportare le relative placche. Giunti sul posto, i poliziotti, dopo aver rinvenuto e sequestrato il trancino in metallo utilizzato, hanno proceduto a trarre in arresto la ragazza, residente a Bovolone, per il reato di tentato furto aggravato. L'arresto è stato convalidato e la ragazza condannata a 4 mesi di reclusione (pena sospesa) e 200 euro di multa.

VIA MILANO - Un’altra donna, ma di tutt’altra generazione, è stata poi protagonista di una vicenda simile accaduta al supermercato “Esselunga” di Via Milano. Si tratta di una 63enne di origini calabresi ma residente a Verona, colta dal personale di sorveglianza mentre cercava di oltrepassare le casse pagando solo alcuni articoli, avendo invece nascosto nel doppio fondo del suo trolley altra merce per quasi 110 euro. All’arrivo della Volante, la donna, in forte stato di agitazione, si è resa protagonista di improvvisi scoppi di pianto. Riaccompagnata nella propria abitazione dalla polizia, la donna è stata denunciata in stato di libertà per furto aggravato, anche alla luce di alcuni vecchi precedenti di polizia per stupefacenti e associazione per delinquere, provvedevano a denunciarla in stato di libertà per il reato di furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento