Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Caldiero / Via Guglielmo Marconi

Nasconde la piscina abusiva con delle assi e trucca i documenti con photoshop

Nel comune di Caldiero la Guardia di Finanza ha sequestrato un immobile di 110 mq, dopo che il proprietario ha cercato in tutti i modi di nascondere la piscina costruita senza permessi e il magazzino trasformato in un'abitazione

La Guardia di Finanza di Soave ha sequestrato, nel comune di Caldiero, un immobile di 110 mq con annessa piscina ad uso privato poiché realizzati senza alcuna autorizzazione preventiva, denunciandone conseguentemente il proprietario all'Autorità Giudiziaria per i reati di abusivismo edilizio, falso ideologico e truffa aggravata.

L’attività rappresenta il tassello conclusivo di una serie di accertamenti effettuati dalle Fiamme Gialle di Soave su “input” della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Venezia che, con appositi rilievi fotografici, aveva segnalato delle costruzioni non pertinenti al contesto urbano in un’area della zona nord-est di Caldiero. Gli approfondimenti svolti dalla Guardia di Finanza di Soave hanno permesso di rilevare che la piscina era stata costruita in assenza delle preventive autorizzazioni, in violazione, dunque, della normativa edilizia ed urbanistica.

Il Comune di Caldiero, su segnalazione della Guardia di Finanza, ha avviato quindi un procedimento amministrativo, finalizzato al ripristino del corretto assetto del territorio, nei confronti del responsabile dell’abuso edilizio. Il titolare dell’immobile ha assicurato il Comune di aver ripristinato il corretto assetto del territorio eliminando il manufatto abusivo ed ha allegato alla propria autocertificazione delle foto dalle quali era possibile evincere l’inesistenza della piscina. Le successive attività investigative svolte dai Finanzieri hanno smascherato il “trucco”: infatti la piscina era ancora intatta ed abilmente “ricoperta” da assi in legno di colore verde per nasconderla ad eventuali successivi rilevamenti aerei mentre le foto erano state “ritoccate” con la tecnica del “photoshop”.

Inoltre l’immobile adiacente, accatastato come magazzino, era stato trasformato, senza alcuna autorizzazione, in un’abitazione stagionale con tutti i comforts, completa di cucina, camere da letto, servizi igienici, area svago ed area pic-nic esterna con camino. Il risultato conseguito, reso possibile grazie alla proficua sinergia operativa tra la componente aerea della Guardia di Finanza di Venezia e la Tenenza di Soave, conferma il costante contributo delle Fiamme Gialle nella lotta contro ogni tipologia di illecito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasconde la piscina abusiva con delle assi e trucca i documenti con photoshop

VeronaSera è in caricamento