Verona, muore per infarto nel centro massaggi, i figli lo difendono: "Speculazioni, stava chiedendo aiuto"

I tre figli dell'artigiano deceduto in una struttura del Padovano non ci stanno alle notizie trapelate: "Aveva un appuntamento di lavoro e quando si è sentito male è entrato dall'unica porta che aveva trovato aperta"

Una “storia inaccettabile”. È il commento della famiglia dell’artigiano di Monteforte d’Alpone deceduto in un centro massaggi ad Arlesega, in provincia di Padova, martedì. Un 64enne è morto per un attacco cardiaco subito dopo essere entrato dalla porta del negozio in via Nievo 3. La notizia è giunta alle 17e30 dello stesso giorno, nel Veronese. I suoi tre figli contestano duramente la versione trapelata da alcuni quotidiani locali. Una “storia lontana anni luce dalla verità”, hanno raccontato sulle pagine de L’Arena. Dal loro racconto emerge che l'uomo, affetto da disturbi cardiopatici, avrebbe accusato un malore mentre si recava ad un appuntamento di lavoro, alle 15e30. Mezz'ora dopo essere uscito di casa e aver lasciato la moglie che aveva completato alcune terapie mediche. A sua volta si era sottoposto ad una visita specialistica.

Dopo l’uscita dal casello di Grisignano si era dovuto fermare e l’unica porta che avrebbe trovato aperta per farsi aiutare sulla Statale 11 sarebbe stata quella del centro massaggi. Lì si sarebbe rifugiato e sempre lì si è accasciato al pavimento. La dipendente presente in quel momento avrebbe provato a rianimarlo e per quello gli aveva liberato il torace dagli indumenti . Ha poi testimoniato che era la prima volta che lo vedeva, smentendo quanto trapelato sui giornali, ovvero che non era la prima volta che si recava in quella struttura. Il 64enne era stato sottoposto ad un delicato intervento a cuore aperto nel 2012 e con tenacia aveva continuato a lavorare e a badare alla moglie alla quale venne diagnosticata una grave malattia. “Non ci stiamo che venga sporcato il nome di nostro padre”, hanno affermato i figli su L’Arena. “Fosse successo in un bar non se ne sarebbe nemmeno parlato”. Tutte speculazioni per “fare notizia”, insomma, garantiscono i famigliari. I funerali dell’artigiano saranno celebrati sabato, ore 9, a Monteforte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il centro massaggi è stato sequestrato per accertamenti dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus in Germania, la testimonianza di un veronese: «Niente quarantena e allarmismo in TV»

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento