rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Piazzale Scuro Ludovico Antonio

Multa salata per un accattone che utilizzava il proprio cane per chiedere l'elemosina

La Polizia Municipale è intervenuta in piazzale Scuro per sottrarre dalle mani di un mendicante un amstaff in non perfette condizioni di salute

La Polizia municipale ha sequestrato ieri un cane di razza amstaff, utilizzato per chiedere elemosine da un 59enne di nazionalità rumena in piazzale Scuro, in zona Ospedale.

Gli agenti hanno fatto recuperare l’animale che, in condizioni fisiche non ottimali, è stato poi affidato ad un’associazione convenzionata. Al mendicante è stata contestata la violazione al regolamento di tutela degli animali, che prevede una sanzione specifica di 450 euro proprio a carico di chi utilizza animali nell’attività di accattonaggio. Dagli accertamenti d’ufficio è emerso che l’uomo non era nuovo a questo tipo di comportamenti: infatti, una quindicina di giorni fa, era incorso nella medesima violazione, accertata dalla Polfer in zona Stazione, dove erano stati sequestrati due cani. Nei giorni scorsi la Polizia municipale è intervenuta più volte nella zona del centro dove erano stati segnalate attività di accattonaggio con l’utilizzo di cani, in aumento negli ultimi tempi. Martedì in via Mazzini gli agenti hanno sequestrato un cane meticcio di piccola taglia ad un mendicante di 29 anni di nazionalità rumena mentre lunedì hanno invece fermato una persona che chiedeva l’elemosina utilizzando un husky.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multa salata per un accattone che utilizzava il proprio cane per chiedere l'elemosina

VeronaSera è in caricamento