menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto profilo Facebook Verona Mountain Film Festival

Foto profilo Facebook Verona Mountain Film Festival

Presentata la seconda edizone del “Verona Mountain Film Festival”

Torna a fine mese il primo festival del Veneto dedicato alla montagna, all'alpinismo e agli sport d'alta quota. Ass. Bozza: "È con grande soddisfazione che accogliamo nuovamente a Verona questo straordinario appuntamento internazionale"

Si svolgerà dal 28 febbraio al 4 marzo in Gran Guardia, la seconda edizione del “Verona Mountain Film Festival”, il primo festival del Veneto dedicato alla montagna, all’alpinismo e agli sport d’alta quota. La manifestazione, con ingresso gratuito, è promossa dall’Associazione Montagna Italia insieme alle sezioni del Club Alpino Italiano di Verona, San Bonifacio, Legnago e Caprino Veronese,  il Gruppo Escursionistico Alpino Cai Zevio e il Gruppo Alpino Scaligero Verona, in collaborazione con il Comune, Agsm, Atv, Fondazione Giorgio Zanotto, Funivie Malcesine – Molte Baldo e Banco Popolare di Verona.

La rassegna è stata presentata oggi, giovedì 23 febbraio, a palazzo Barbieri dall’assessore allo Sport e Tempo libero Alberto Bozza insieme ai presidenti del Festival Roberto Gualdi e del CAI Verona Alessandro Camagna. Presenti il presidente di Agsm Energia Giuseppe Stoppato, il segretario di Fondazione Giorgio Zanotto Alberto Motta e il maestro del Coro Scaligero dell’Alpe del Cai Verona Matteo Bogoni. “Dopo l’importante successo ottenuto nella sua prima edizione – ha detto Bozza – è con grande soddisfazione che accogliamo nuovamente a Verona questo straordinario appuntamento internazionale. Cinque serate dove saranno mostrate le montagne attraverso lo sguardo di registi provenienti da tutto il mondo allo scopo di diffondere la cultura e la conoscenza delle montagne attraverso il cinema e dove saranno l’alpinismo, l’arrampicata e l’esplorazione a dominare la scena”.

Dieci i film in calendario, selezionati tra oltre 120 film pervenuti:
  • martedì 28 febbraio “Alta via delle leggende” di Umberto Guerra (Italia 2016), “Seven steps” di Mathilde Rouault (Francia 2015), “Between heaven and ice” di Federico Modica (Groelandia 2016), “Metronomic” di Vladimir Cellier (Francia 2015);
  • giovedì 2 marzo, “Himalayan last day” di Mario Vielmo (Italia 2016), “Kangchenjunga” di Krysia Rachwal (Polonia 2016), “K2 and the invisible footmen” di Iara Lee (Pakistan-Usa-Brasile 2015), “Solo BASE – From climbing to jumping” di Xavier Coll (Spagna 2016);
  • venerdì 3 marzo “Bhagirathi IV Game on” di Arianna Colliard (Italia 2016) e “Verso l’ignoto” di Federico Santini (Italia 2016).
Durante la manifestazione, attraverso la collaborazione del Centro di Cinematografia e Cineteca del Cai, saranno inoltre proiettati quattro film storici che avranno come protagonisti i grandi della storia dell’alpinismo mondiale: Reinhold Messner, Walter Bonatti, Kurt Diemberger, Riccardo Cassin e altri compagni di cordata. Nella serata finale di sabato 4 marzo, sarà proposto il film “Grimpeurs” di Andrea Federico, che ha ricostruito la tragedia del Pilone Centrale del Freney, avvenuta nel luglio 1961. All’inizio di tutte le cinque serate del festival saranno proiettate le immagini del concorso fotografico promosso da Fondazione Giorgio Zanotto e, sabato 4 marzo, si terrà la cerimonia di premiazione con la proclamazione delle opere cinematografiche e fotografiche migliori.
Info: Associazione Montagna Italia, tel. 035-237323, info@montagnaitalia.com; Club Alpino Italiano- Sezione di Verona, tel. 045-8030555, info@caiverona.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento