Addio al patrón di Redoro: Mario Salvagno è morto all'ospedale di Borgo Trento

Era ricoverato dal 13 marzo, quando sbatti violentemente la testa su uno spigolo di marmo in seguito ad una caduta. Da allora il 79enne non ha più ripreso conoscenza e alle 2.45 di questa notte il cuore ha smesso di battere

Caduta da una scala mentre potava le sue creature, gli ulivi, era stato portato d'urgenza al Polo Confortini, dove questa notte è morto. 
Mario Salvagno, patron di Redoro, si è spento intorno alle 2.45 nel suo letto all'ospedale di Borgo Trento. Il brutto incidente del 13 marzo, che lo aveva visto sbattere violentemente la testa su uno spigolo in marmo, non aveva lasciato molte speranze fin dall'inizio e durante la notte è arrivato il triste epilogo. Salvagno non aveva più ripreso conoscenza da quel giorno: la sua vita si conclude quindi a 79 anni, durante la quale è riuscito a portare al successo la sua azienda, costruendosi un piccolo impero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento