Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Monteforte d'Alpone / Via San Carlo

Verona, nel weekend si corre la Montefortiana: si tenta di abbattere quota 18mila partecipanti

Tutto pronto per la 40esima edizione delle gare podistiche invernali veronesi. Si parte sabato 17 gennaio e si continua domenica 18 a Monteforte d'Alpone. I percorsi si snodano nelle colline circostanti della Val d'Alpone e della Val d'Illasi

Nuovo anno e la Montefortiana si presenta per quella che è la sua 40esima edizione. Quattro decenni di podismo e di grandi successi. La grande riconferma è la "Ecomaratona Clivus", unica Ecomaratona del territorio veronese, che ha già fatto registrare il record di iscrizioni con oltre 600 adesioni. La Montefortiana rappresenta un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati, dagli amatori ai top runner, sabato 17 e domenica 18 gennaio 2015, sulle strade di Monteforte d’Alpone.

La classica invernale si ripresenta anche quest’anno con un programma ricco. Innanzitutto la cosa più importante sarà la nuova location della manifestazione: l’Expo, la zona delle partenze, la zona degli arrivi ed il maestoso ristoro finale, verranno collocati nella parte sud del paese tra le vie San Carlo, via Dante, via de Gasperi e via Matteotti, tutto concentrato in poche centinaia di metri. La "marcia dei 18mila" prende il via domenica mattina, con la partenza libera alle 8e30. Nelle edizioni scorse ha registrato più di 18mila presenze, rilevate lungo il percorso. Per questo ultimo record la Montefortiana si pone tra le prime gare al mondo per numero di presenze. L'organizzazione la pongono nell'elite del podismo internazionale. Negli 8 ristori lungo i quattro percorsi e al gran ristoro finale sono state preparate, nonché consumate, grandi quantità di cibo e bevande. Per fare solo qualche esempio alla partenza dal ristoro curato dall'associazione "Cacciatori" sono stati consumati 300 litri di latte, 200 litri di cioccolato, e 200 litri di vin brulé. Nel ristoro di Soave a cura degli alpini locali vengono consumati annualmente 15 quintali di minestrone. L'organizzazione della Montefortiana è affidata al Gruppo podistico "Valdalpone - De Megni" che ha ideato la gara proponendola nel 1976. Dal 1989 è gemellata con la grande maratona di New York.

PROGRAMMA - Apertura ufficiale alle 10 di sabato con la 20esima marcia “Per il sorriso dei bimbi”, una non competitiva su circuito ripetibile di 5 chilometri per i ragazzi delle scuole di tutta la provincia di Verona e di 10 chilometri per gli adulti. Sarebbero già 2mila e 100 gli iscritti, tra bambini e ragazzi. Alle 13e30 in programma l’altra non competitiva, la sesta “Passi nel Tempo”, una marcia guidata di 10 chilometri tra Soave e Monteforte alla scoperta di luoghi storici e fascino. La domenica si entra nel vivo con 3 gare competitive e una non competitiva che corrisponde al 40esimo trofeo "Sant'Antonio Abate - Falconeri", una marcia a passo libero tra i vigneti del Soave, con possibilità di scegliere tra i quattro percorsi proposti: quello per famiglie da 9 chilometri e i più impegnativi da 14, 21 o 28 chilometri. Partenza prevista alle 8e30. Sarebbero già 12mila i partecipanti. Molti altri se ne attendono il giorno della corsa.

Alla domenica la Montefortiana apre però alle 8, con quella che è diventata ormai una gara esclusiva e attesa, la quarta "Ecomaratona Clivus" che ha già registrato 700 iscritti (erano 600 l'anno scorso) un percorso quasi completamente sterrato di 43 chilometri con un dislivello positivo di 2mila 250, che si snoda tra le colline della Val d’Alpone e Val d’Illasi, Castelcerino, Montecchia, Cazzano e Soave. A seguire, dalle 9e30 partenza della 21esima Maratonina Falconeri, la mezza maratona del “Soave” competitiva Fidal, di 21 chilometri, su strada.

Nel pomeriggio si conclude in bellezza con la gara dei top runner, la 34esima "Montefortiana Turà" alle 14e15, la competitiva dei grandi atleti nel circuito del centro storico di Monteforte nelle tradizionali classiche distanze di 6 chiloemtri al femminile e di 10 al maschile. Gara esclusiva con partecipazione solo su invito. La "Turà" sarà preceduta dal "Gran Premio Pedrollo - Giovani Promesse", competitiva Csi su strada riservata a tutte le categorie under 18, dove magari si cela qualche nuovo campione. Riconoscimento disponibile per tutti i partecipanti alle competitive e alle marcia a quota intera: un gilet foderato in pile e marchiato 40esima Montefortiana, riservato ai primi 7mila iscritti. Come da tradizione, la Montefortiana è molto più di un semplice evento podistico. Molte le attività collaterali, alcune di spessore culturale come il convegno “Invecchiare in salute e in dignità” in programma venerdì 16 gennaio alle 18, nel palazzo Vescovile di Monteforte d’Alpone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, nel weekend si corre la Montefortiana: si tenta di abbattere quota 18mila partecipanti

VeronaSera è in caricamento